Bilancio dello Stato: definizione

Appunto inviato da lasilbea Voto 6

Riassunto sul bilancio dello Stato: definizione, struttura e classificazioni; le fasi delle entrate e delle spese; i residui attivi e passivi; le funzioni di bilancio; i principi del bilancio, le teorie del bilancio e le politiche di bilancio (2 pagine formato doc)

BILANCIO DELLO STATO: DEFINIZIONE

Profili generali del bilancio dello Stato
Il bilancio dello Stato: definizione e classificazioni
Il bilancio è un documento giuridico-contabile in cui sono riportate le entrate e le spese pubbliche relative all’attività finanziaria dello Stato in un periodo di tempo determinato, cioè bilancio annuale se riferito ad un anno o bilancio pluriennale se riferito a più anni.

L’insieme delle operazioni contabili che vengono effettuati in un determinato anno si chiama esercizio finanziario.
L’attività dello Stato viene divisa in periodi annuali, detti anni finanziari, che coincide con l’anno civile.

Tesina sulle teorie del bilancio


STRUTTURA DEL BILANCIO DELLO STATO

Il bilancio dello Stato può essere classificato:
-    a seconda dell’esercizio finanziario a cui si riferisce:
o    bilancio preventivo: le entrate e le spese che si prevedono per l’esercizio successivo a quello in cui è compilato e costituisce il programma dell’anno finanziario di riferimento a cui il Governo deve attenersi durante la sua attività finanziaria;
o    bilancio consultivo: chiamato anche rendiconto, si riferisce all’anno finanziario già trascorso dando conto delle entrate e delle spese realizzate nell’esercizio.
-    rispetto al contenuto:
o    bilancio di competenza: comprende le entrate che si ha il diritto di riscuotere e le spese che si ha l’obbligo di pagare nel corso dell’esercizio, indipendentemente dal momento in cui si realizzerà il pagamento o la riscossione. E’ uno strumento politico che consente al Parlamento di decidere quali entrate e quali spese effettuare nell’esercizio;
o    bilancio di cassa: contiene le entrate effettivamente riscosse e le uscite realmente pagate durante l’esercizio finanziario, indipendentemente da quando è sorto il diritto o l’obbligo di riscuotere o pagare.

E’ un mezzo di conoscenza dei movimenti monetari.

Il bilancio d'esercizio: riassunto


IL BILANCIO DELLO STATO: RIASSUNTO

Le fasi delle entrate e delle spese
Le fasi delle entrate sono:
-    accertamento: consiste nell’individuare il debitore, le ragioni e l’ammontare del credito;
-    riscossione: riguarda l’introito dell’importo accertato;
-    versamento: costituito dall’incasso effettivo.
Le fasi delle spese sono:
-    impegno: si ha quando la PA si assume l’obbligo di pagare una certa somma;
-    liquidazione: consiste nell’individuare il creditore e nel determinare l’ammontare preciso del debito;
-    ordinazione: l’emissione del titolo di spesa con cui gli uffici contabili ordinano il pagamento agli organi esecutivi;
-    pagamento: esborso di denaro da parte dei cassieri dello Stato.
I residui attivi e passivi
I residui attivi sono entrate accertate ma non ancora riscosse e costituiscono quindi dei crediti dello Stato verso terzi. I residui passivi invece sono spese impegnate ma non ancora pagate e quindi costituiscono dei debiti dello Stato verso terzi.