L'imposta regionale sulle attività produttive (IRAP)

Appunto inviato da guio93
/5

Riassunto sull'IRAP: fonte del codice civile, definizione, caratteristiche, soggetti passivi, l'imponibile, due importanti precisazioni e la dichiarazione dei redditi (4 pagine formato docx)

L’IRAP è entrata in vigore nel 1998 in sostituzione del vecchio ILOR.
L’IRAP è stata istituita dal D.Lgs. 15/12/1997 n.446 e successive modificazioni.
L’IRAP fa parte del federalismo fiscale rientrando nel campo della finanza non erariale (non statale) cioè la finanza locale poiché c’è il riconoscimento dell’autonomo potere impositivo degli enti locali, cioè possono imporre propri tributi ai soggetti passivi.


L’IRAP è imposta e riscossa dalle Regioni per la ricchezza prodotta da imprese e da lavoratori autonomi sul proprio territorio; le Regioni partecipano al gettito di tributi erariali come l’addizionale regionale IRPEF. Ciò che introitano le regioni serve alla copertura delle spese per la prestazione di servizi forniti dall’ente locale.
Infatti, secondo l’art.119 Cost.:
1° comma: “I Comuni, le Province, le Città metropolitane e le Regioni hanno autonomia finanziaria di entrata e di spesa”.
2° comma: “I Comuni, le Province, le Città metropolitane e le Regioni hanno risorse autonome nel senso che stabiliscono e applicano tributi ed entrate propri... dispongono di compartecipazioni al gettito di tributi erariali”.


Le caratteristiche sono:
Ÿ reale => colpisce una determinata ricchezza senza tener conto delle condizioni soggettive del contribuente
Ÿ proporzionale => aliquota costante e quella ordinaria è del 3,90%; dall’1/1/2009 inoltre le Regioni possono modificarla in base alle loro esigenze
Ÿ imposta locale => il gettito è accertato e riscosso dalle Regioni
Ÿ diretta => colpisce una manifestazione diretta dell’attività produttiva poiché colpisce il valore della produzione netta 
Ÿ indeducibilità del suo importo dal reddito complessivo sia ai fini IRPEF che IRES
Ÿ è accertata dalle Regioni mediante autotassazione cioè attraverso la presentazione della dichiarazione del contribuente; la dichiarazione ai fini IRAP è separata ai fini della dichiarazione dei redditi ai fini IRPEF e IRES, poiché non viene presentata agli Uffici delle entrate ma direttamente alle Regioni in cui il contribuente ha il domicilio fiscale.