Riassunto sulla contrazione muscolare

Appunto inviato da kekkodis
/5

riassunto dettagliato sulla contrazione muscolare (6 pagine formato doc)

Riassunto sulla contrazione muscolare - LA CONTRAZIONE MUSCOLARE
Parliamo della contrazione muscolare nel muscolo scheletrico.
Esso è sotto il controllo del sistema nervoso centrale ed è volontario, anche se a volte il muscolo si contrae in maniera involontaria. Il muscolo è avvolto da una membrana connettivale che si chiama epimisio. All’interno ci sono tanti fascetti muscolari: ogni fascetto muscolare è avvolto da una membrana che si chiama perimisio. Da ogni fascetto si ripartono le fibre muscolari, che sono dei sincizi, cellule polinucleate che derivano dalla fusione di più cellule, che sono avvolte da una membrana che si chiama endomisio, oppure sarcolemma.

Leggi anche La fisiologia del muscolo

All’interno ci sono tante miofibrille e queste sono circondate da un reticolo che sostituisce il reticolo endoplasmatico e si chiama reticolo sarcoplasmatico, in cui ci sono dei sistemi chiamati Tuguli che contengono degli ioni calcio, CA++, molto importanti nel meccanismo della contrazione.
La miofibrilla è formata da tante unità strutturali che si chiamano sarcomeri, le unità fondamentali in cui avviene la contrazione del muscolo.
I sarcomeri danno la striatura al muscolo, perché formati da tanti filamenti. In realtà nel muscolo è presente una proteina importantissima che si chiama mioglobina, corrispondente dell’emoglobina. La mioglobina seve a legare l’ossigeno: il muscolo, per potersi contrarre, ha bisogno di tantissima atp, infatti la contraione muscolare è uno dei processi che richiede più ATP in assoluto, insieme alla pompa sodio potassio.

Leggi anche La fisiologia del muscolo scheletrico e liscio

La mioglobina deve legare l’ossigeno perché poi insieme al glucosio deve avvenire la respirazione cellulare e la sintesi dell’ATP. La mioglobina è una proteina che ha maggiore affinità con l’ossigeno, anceh rispetto all’emoglobina. Altre proteine, tipiche del muscolo e presenti a livello del sarcofago, sono l’actina e la miosina.

Leggi anche Struttura della cellula del muscolo

Il sarcomero è fatto da due tipi di filamenti: i filamenti spessi, che sono quelli di miosina al centro, e poi i filamenti sottili, che sono quelli di astina, che sono quelli laterali, ancorati a due linee che si chiamano linee z; queste linee sono in confini di un sarcomero e separano un sarcomero dall’altro. Al centro troviamo la linea m, la linea mediana.