Tesina sul disagio mentale: cos'è e sintomi

Appunto inviato da iciaaaa
/5

Tesina sul disagio mentale: cos'è, quali sono i sintomi delle malattie mentali e le sue forme (5 pagine formato doc)

DISAGIO MENTALE

Disagio mentale: I malati di mente sono sempre esistiti fin dalle origini della storia dell’uomo e ci sono sempre stati tentativi di indagare e curare i disturbi , soprattutto psicologici.

Le arti magiche adoperate dallo stregone e la concezione magico-animistica in generale possono considerarsi come il primo approccio all’indagine e cura dei malesseri, nell’età antica. L’uomo primitivo, inizialmente, non distingueva tra mente-anima-corpo: l’anima era diffusa in tutto il corpo e se qualche spirito malefico s’impadroniva di essa anche il corpo si ammalava: per questo, le malattie sconosciute erano considerate opere di spiriti maligni. La paura e l’orrore che derivava dalla condotta strana del folle ha provocato nella storia diverse idee sulla natura della malattia stessa, spesso si trattava di concetti con cui la scienza non aveva niente a che vedere: idee popolari secondo il cui il malato di mente è una creatura demonica, la follia è dovuta al riemergere di tendenze umane animalesche e feroci; il malato mentale spesso veniva riconosciuto come una bestia feroce.

Sigmund Freud: biografia, pensiero e psicoanalisi

MALATTIE MENTALI SINTOMI

Nell’età antica (1000 a.C.) era diffusa la concezione secondo il cui le malattie interne erano causate da possessioni diaboliche, demoni maligni.

Gli Ebrei ritenevano che le malattie oscure, come la pazzia, fossero causate da influssi maligni e avessero lo scopo di punire l’uomo per i suoi peccati. C’era anche un primo abbozzo di psicoterapia: ai malati mentali se consigliava di parlare liberamente delle loro ansie. Questo dimostra una grande attenzione per la sofferenza e infatti già nel 490 d.C. sorse a Gerusalemme un ospedale per i malati di mente. In Estremo Oriente (India) la medicina era appannaggio di sacerdoti bramanici che usavano sia incantesimi e riti magici sia cure mediche classiche. Nell’età Classica (1000 a.c.) in Grecia si diffuse il culto di Esculapio, medico stregone e sacerdote (il bastone con il serpente attorcigliato è il simbolo della medicina) egli stesso faceva leccare le ferite dai serpenti che avevano influssi benefici. I sacerdoti curavano solo coloro di cui si prevedeva la guarigione, gli altri veniva rifiutati perché avrebbero inciso negativamente sulla reputazione dei sacerdoti in caso di fallimento. Secondo alcuni storici i medici facevano uso di sostanze oppiacee con cui drogavano i malati e poi li inducevano a seguire i loro consigli.

Il disagio psichico: riassunto

MALATTIA MENTALE TESINA

In Grecia, però, grazie ai contatti con altri paesi di diverse culture si diffuse una mentalità più materialistica e razionalistica che trovò espressione con Ippocrate che è considerato il padre della medicina e colui che cercò di spiegare le malattie sulla base di cause naturali: le malattie derivavano da squilibri umorali (bile gialla, nera, lega, sangue). Ma con il crollo dell’Impero Romano venne a mancare la sicurezza e la stabilità sociale e ci fu regresso verso le credenze magiche, ecc…Nel primo Medioevo fu notevole l’attenzione per i malati di mente a cui si offriva conforto e sostegno, la causa della malattia era attribuita al demonio ed era quindi lui che doveva essere scacciata tramite esorcismo…

Il disagio mentale nella storia: riassunto