La religione in antropologia.

Appunto inviato da iciaaaa
/5

Riassunto sulla religione in antropologia (6 pagine formato doc)

Gli antropologi, gli psicologi e in generale gli scienziati sociali non sono gli unici ad occuparsi di religione.
In materia di religione riflettono e discutono anche i credenti e gli specialisti delle varie religioni (teologi, dotti).

APPUNTI SULL'ANTROPOLOGIA (Clicca qui >>)


Il religioso è interessato a favorire l’esperienza religiosa propria e degli altri cercando di dare delle risposte a degli interrogativi. Lo scienziato sociale, invece, studia la religione in quanto fenomeno umano fondamentale che può essere analizzato scientificamente come l’economia, la politica.

TESINA DI ANTROPOLOGIA CULTURALE SULLA FIGURA FEMMINILE (Clicca qui >>)


Le scienze sociali si occupano del fenomeno religioso, cioè delle religioni in quanto fatto sociale.
Il centro d’interesse delle scienze sociali è il fatto che le persone nutrono credenze di tipo religioso svolgendo pratiche rituali, affidandosi a specialisti del sacro e organizzando la vita religiosa in forme sociali come la chiesa, le sette e altri movimenti. Il fenomeno religioso viene esaminato dall’esterno. Lo scienziato sociale non entra nel merito, non cerca di stabilire se le credenze di una religione sono vere o false, se una religione è migliore dell’altra o se è più ragionevole avere fede o non averla.

TESINA SULLE RELIGIONI NEL MONDO (Clicca qui >>)


Gli scienziati descrivono semplicemente quello che i diretti interessati pensano e fanno (intersezioni di secondo grado o indirette) e si sforzano di spiegare il fenomeno religioso in chiave terrena, raccogliendo i dati sulla vita religiosa umana in base ad altri dati di fatto sull’uomo (la sua psicologia, vita sociale, società).