Famiglia e parentela in antropologia

Appunto inviato da lasuggeritrice
/5

Breve riassunto che illustra la definizione di famiglia e i vari tipi di parentela studiati dall'antropologia (4 pagine formato doc)

FAMIGLIA E PARENTELA, ANTROPOLOGIA

Lo studio della famiglia e della Parentela.

Le relazioni parente lari sono una caratteristica universale. In qualunque società, le persone solitamente sono legate tra loro per mezzo della consanguineità (ovvero, per generazioni) oppure per mezzo del matrimonio. Tuttavia, la generazione costituisce  una tipologia di legame presente anche nel mondo animale, mentre il matrimonio è un’invenzione puramente umana. Perciò, questo legame non è classificato come una faccenda privata, ma come uno strumento sociale, utilizzato dai gruppi sociali, poiché il suo scopo è quello di estendere le relazioni con altri gruppi).  Il maggiore rappresentante ed ideatore dell’antropologia della parentela è Morgan, il quale rende possibile la spiegazione del legame tra natura e cultura.

Tipi di famiglia e il suo significato

SISTEMI DI PARENTELA, ANTROPOLOGIA

La famiglia e la parentela.

Nell’ambito delle Scienze Umane, la figura della famiglia e della parentela occupano un determinato ruolo. Ad esempio:
- la psicologia studia i legami affettivi con la famiglia;
- la sociologia prende in considerazione i cambiamenti subiti ed intrapresi dalla famiglia, nella società;
- La pedagogia studia il ruolo della famiglia, in quanto istituzione educativa;
- L’antropologia studia la famiglia, all’interno del gruppo sociale in cui è inserita;
Dunque, possiamo dire che in ogni società umana vige la regola, che vieta l’incesto (l’accoppiamento tra parenti prossimi).                                         Al riguardo, le scienze biologiche hanno istituito due diversi termini:
1.    Inincrocio: accoppiamento tra parenti stretti (padre, madre, figlio, nipote);
2.    Esincrocio: unione tra individui non legati direttamente tra di loro.

TIPI DI MATRIMONIO

Tuttavia, per indicare i diversi tipi di matrimonio presenti nelle diverse società, sono stati istituiti questi termini:
Endogamia: matrimonio all’interno del medesimo gruppo sociale e parentale;
Esagamia: matrimonio tra persone appartenenti a diversi gruppi sociali;
Monogamia: unione matrimoniale con un solo partner;
Poligamia: unione matrimoniale con più partners;
Poliandria: quando una donna sposa più di un uomo;
Poliginia: quando un uomo sposa più di una donna.

GRADI DI PARENTELA

I DIVERSI LEGAMI E CONCETTI FONDAMENTALI DELLA PARENTELA. Il termine parentela indica un legame naturale o giuridico, il quale unisce due o più persone. Per indicare i tipi di parentela ci sono 3 diversi tipi di legame:
Il matrimonio: è un vincolo giuridico che crea l’affinità (quando una persona si lega giuridicamente ai parenti del partner);
La filiazione: il legame naturale, che crea la cosiddetta “consanguineità” (la parentela lineare, legata alla discendenza);
Il legame tra i “sibiling”: esso indica il legame tra fratelli;
•    Successivamente, possiamo vedere come la parentela sia lineare o collaterale: si dicono parenti lineari, le persone discendenti l’una dall’altra (figlio, padre, nonno ecc.). Sono, invece, parenti collaterali le persone aventi un intento in comune, che però non discendono l’una dall’altra (es. i fratellastri, i cugini che hanno il nonno in comune).