Riassunto sul concetto di clonazione

Appunto inviato da elenatimberlake
/5

riassunto sul concetto di clonazione (6 pagine formato doc)

Riassunto sul concetto di clonazione - La parola "clone" deriva dal greco klon, che significa germoglio o ramoscello.

In biologia indica la possibilità di "duplicare" il patrimonio biologico (genetico) di qualsiasi essere vitale. Così, ad es. si possono duplicare, virus, batteri, molecole, organismi e anche intere piante o interi animali.

Leggi anche Tesina sulla clonazione

Buona parte della verdura che consumiamo nelle nostre mense è clonata, nel senso che i coltivatori comprano delle piantine che sono state prodotte per clonazione; ottenuta una piantina la cui forma, colore e gusto è soddisfacente si duplica tante volte quanto si vuole, mettendo in commercio i prodotti richiesti. Allo stesso e sempre per scopi alimentari possono essere clonati gli animali.Spesso, l'espressione "clonazione" è indicata come sinonimo di riproduzione asessuale, nel senso che realizza la possibilità di riprodurre individualità biologica senza alcun una riferimento alla sessualità.


Leggi anche Tema svolto sulla clonazione

Infatti, nella clonazione il "nasce" non per accoppiamento clone sessuale, ma per "clonazione" appunto, cioè per di un clone da un ceppo generazione originario. Biologicamente una madre è tale in virtù del contribuisce al patrimonio fatto che genetico (ereditario) attraverso i cromosomi che si suoi ovuli, e dall'altra parte il trovano nei padre è padre perché contribuisce al corredo mezzo dei cromosomi contenuti genetico per nel suo sperma.Tutto questo, che a noi sembra naturalissimo perché è la via naturale di trasmissione del patrimonio genetico, non corrisponde alla clonazione.