Fenomeni sismici, riassunto completo

Appunto inviato da alemnr
/5

Fenomeni sismici: riassunto di scienze sui terremoti e vulcani (1 pagine formato txt)

FENOMENI SISMICI, RIASSUNTO COMPLETO

Fenomeni sismici.

I terremoti sono dovuti alla liberazione di grandi quantità di energia meccanica negli strati più o meno profondi della litosfera, che si trasmette per mezzo di onde elastiche; le onde causano la vibrazione delle particelle e una conseguente deformazione dinamica del materiale che attraversano(parte della loro energia viene poi dissipata sotto forma di calore). Esistono 3tipo di onde: P sono onde longitudinali, cioè fanno oscillare la roccia nella stessa direzione di propagazione e raggiungono una velocità da 4a8 km/s, che varia a seconda dell’omogeneità del materiale che attraversano: se cambiano le caratteristiche chimiche e fisiche, infatti, varia la velocità e la direzione.
Le P sono invece onde trasversali(di distorsione), a differenza delle altre non si propagano nei fluidi(che non possono essere”distorti”) e hanno velocità inferiore(da 2,3 a 4,6 km/s).

Fenomeni sismici: riassunto

FENOMENI SISMICI E VULCANICI

Grazie a questa caratteristica è possibile studiare la struttura interna della Terra. Raggiunta la superficie si trasformano in onde L che si propagano secondo un fronde d’onda circolare con velocità di 3,5 km/s.  L'ampiezza e quindi l'energia associata(proporzionale al quadrato dell’ampiezza dell’onda), di queste onde è notevolmente maggiore di quella delle onde di corpo; ne esistono di 2tipi; di Rayleigh: quando un'onda S assieme ad un'onda P incide sulla superficie libera vengono in parte riflesse ed in parte si genera un'ulteriore onda, data dalla composizione vettoriale delle due(vengono avvertite solo dagli animali); di Love sono onde superficiali, anch'esse generate dall'incontro delle Onde S con superficie libera del terreno, ma vengono generate solo nei mezzi in cui la velocità delle Onde S aumenta con la profondità e sono sempre onde disperse.

Fenomeni sismici e onde sismiche

FENOMENI SISMICI DIFESA DEI TERRITORI

Considerando che il rapporto fra le velocità delle onde P ed S è costante, studiando le dromocrone(le curve dei tempi di propagazione) e i rilevamenti delle distanze di almeno 3stazioni è possibile rintracciare l’epicentro del terremoto. Maggiore energia viene liberata e maggiore sarà l’ampiezza delle oscillazioni registrate dal sismografo; sfruttando questo principio Richter nel 1935 elabora una scala di magnitudo L=log10A/A0 + Q  in cui A è l’ampiezza massima delle oscillazioni del terremoto, A0 l’ampiezza di un terremoto di riferimento( in modo che l’oscillazione sia di 0,001 mm alla distanza di 100 km)e Q un fattore di correzione che considera distanza dall’epicentro; essendo una scala logaritmica l’aumento di 1 unità corrisponde ad un’energia liberata 30 volte maggiore.

Fenomeni sismici: tesina

I FENOMENI VULCANICI RIASSUNTO

I terremoti possono essere causati da crolli all’interno di grotte, da esplosioni, possono essere associati a fenomeni vulcanici (7%)oppure può trattarsi di terremoti tettonici: sono provocati da fratture della litosfera, quando questa viene sottoposta a tensioni e a pressioni orientate. Tale fenomeno si concentra nelle aree geologicamente più attive, lungo fasce allungate, spesso in prossimità di vulcani. Secondo la teoria del rimbalzo elastico l’energia accumulata durante la deformazione all’improvviso si libera in modo repentino; quando viene superato il limite di elasticità la crosta si spacca(ipocentro collocato sul piano della faglia) formando una faglia.