Le ere geologiche e l'evoluzione della specie

Appunto inviato da claudiaselis
/5

Riassunto sulle ere geologiche, sull'evoluzione della specie e Darwin (2 pagine formato doc)

ERE GEOLOGICHE

Ere geologiche.
Nell'arco di un miliardo di anni circa la Terra si è trasformata in una pianeta vivo. Dalla formazione nel brodo primordiale degli acidi nucleici, che segna il momento in cui compare la vita; una lenta evoluzione ha portato a tutte le forma di vita presenti sulla Terra.
La storia della Terra e dei viventi è stata suddivisa dagli scienziati in cinque lunghi archi di tempo, le ere geologiche: archeozoica, paleozoica, mesozoica, cenozoica e neozoica.
Era archeozoica: dall'inizio della Terra a 570 milioni di anni fa. Si forma la terra e si delineano i futuri oceani e i primordiali continenti.
Nasce la vita, si formano i primi pluricellulari acquatici, predominano protozoi e alghe.
Era paleozoica: da 570 milioni a 225 milioni di anni fa. Si forma la Pangea, l'atmosfera diventa simile a quella attuale, la fascia dell'ozono protegge già la Terra. Esplode la vita nei mari, si sviluppano enormemente gli invertebrati, i primi cordati, in seguito i primi pesci e gli anfibi. Si afferma la vita sulla terraferma, compaiono gli insetti, dagli anfibi si evolvono i primi rettili, la terraferma è invasa da felci.
 

Le 5 ere geologiche: riassunto

LE ERE GEOLOGICHE RIASSUNTO

Era mesozoica: da 225 milioni a 65 milioni di anni fa. Inizia la separazione della Pangea e si delineano gli attuali continenti. Il clima è caldo-umido. É l'era dei rettili che, con i dinosauri, colonizzano tutta la biosfera; compaiono le conifere e le prime piante con i fiori. Sul fine di quest'era scompaiono i dinosauri e fanno la loro comparsa i primi uccelli e i mammiferi.
Era cenozoica: da 65 milioni a 2 milioni di anni fa. I continenti e i mari assumono la forma attuale con la formazione delle grandi catene montuose, come ad esempio le Alpi. Si affermano uccelli e mammiferi. Questi ultimi invadono le forme attuali fino alla comparsa dei primati e, alla fine dell'era, dei primi antenati dell'uomo.
 

Positivismo evoluzionistico: riassunto

5 ERE GEOLOGICHE

Era neozoica: da due milioni di anni fa ad oggi. Il clima si stabilizza, si formano i grandi deserti e ha inizio l'assestamento dell'attuale conformazione geologica. Flora e fauna si stabilizzano nell'aspetto attuale, adattandosi ai vari ambienti e formando i grandi biomi. Si sviluppa il processo che porta all'uomo moderno. I primi resti fossili attribuibili ad un progenitore dell'uomo sono stati trovati in Etiopia, in Africa, datati a circa 4 milioni di anni fa. Si tratta di un individuo di sesso femminile, battezzato Lucy dallo scopritore.
 

Darwinismo sociale: tesina terza media

DARWIN: L'EVOLUZIONE DELLA SPECIE

L'evoluzione della specie. Nel corso dei secoli i naturalisti, filosofi e scienziati hanno cercato di comprendere cosa ha causato la formazione di specie diverse tra loro, solo nel 1859 si ha la prima risposta attendibile a opera di un naturalista inglese Charles Darwin. Darwin parla per la prima volta di selezione naturale ed evoluzione della specie. I materiali raccolti durante il suo viaggio e vari fenomeni osservati gli permettono di enunciare la sua teoria sull'origine della specie, la teoria darwiniana dell'evoluzione :
• tutti gli esseri viventi si riproducono in quantità superiore alla reali possibilità di sopravvivenza e danno vita ad individui fra loro differenti per alcune caratteristiche la cui comparsa è del tutto casuale;
• nella lotta per la sopravvivenza l'ambiente opera una selezione naturale, mantenendo in vita gli individui nati casualmente con caratteristiche che li rendono più adatti;
• queste variazioni casuali sono ereditarie e gli individui sopravvissuti la trasmettono alla discendenza;
• attraverso gli incroci, le variazioni favorevoli si accumulano di discendenza in discendenza, permettendo l'evoluzione della specie;
• questo meccanismo porta alla differenziazione e all'origine delle varie specie, le cui forze generatrici sono quindi la selezione naturale e l'evoluzione.