Appunti sulla nascita della sociologia

Appunto inviato da amfri
/5

dalla nascita della sociologia a Comte, Montesquieu, Marx, Weber (7 pagine formato doc)

Appunti sulla nascita della sociologia - NASCITA DELLA SOCIOLOGIA.
Le scienze umane (cioè tutte le correnti) utilizzano la domanda “come?” e non “perché?” come fa la filosofia, e inoltre non è matematica o sperimentale come la scienza.
Le scienze umane si separano dalla filosofia nell’800, la dimostrazione fu la pubblicazione del libro ‘corso di sociologia’ nel 1838 da Auguste Compte, considerato il primo sociologo e, il suo, il primo libro di sociologia. Il suo obbiettivo era quello di capire come si è sviluppata e si svilupperà la sociologia, considerata una psicologia scientifica, è l’ultima scienza ma è fondamentale.

Leggi anche La storia della sociologia

Prima di Compte e quindi anche prima della sociologia, i filosofi cercarono prima di tutto di chiarire il perché esiste la società e si formano i gruppi e quindi di capirne le fondamenta.
Il primo filosofo a dare una risposta a questa domanda fu Aristotele, dopodiché nel 17° secolo verrà messa in discussione la sua teoria dall’inglese Hobbes.
Alla domanda ‘perché esiste la società?’ le risposte fondamentali sono due ovvero:

Leggi anche Sociologia della cultura di Griswold
 
Naturalismo, Aristotele: l’uomo è socievole per natura, è un animale sociale, l’uomo vive all’interno della società perché ha bisogno di stare in gruppo, non può fare altrimenti, deve sentirsi parte di qualcosa, quindi la società è un prodotto naturale.
Contrattualismo, Hobbes:  la società è un organismo artificiale, costruita dall’uomo per una decisione razionale che lo porta a stipulare un patto con gli altri, in cui si stabiliscono i diritti e i doveri reciproci. 

Leggi anche Metodi e ricerca in sociologia