Cubismo: riassunto breve

Appunto inviato da judelly
/5

Cubismo: riassunto e caratteristiche della corrente artistica nata in Francia all'inzio del Novecento (1 pagine formato doc)

CUBISMO: RIASSUNTO BREVE

"La pittura è dunque un equivalente della natura” affermò Picasso.

In questa affermazione sta tutto il significato del Cubismo, una delle prime e più significative avanguardie storiche, della quale Picasso e Braque furono gli indiscussi padri fondatori. I pittori cubisti non cercano di compiacere il nostro occhio imitando la realtà né,come facevano gli Impressionisti, tentano di interpretare le suggestioni.
Essi si sforzano di costruire una realtà nuova e diversa, non necessariamente simile a quella che tutti conosciamo. La realtà che percepiamo attraverso il senso della vista è spesso diversissima dalla realtà vera. La realtà cubista comprende anche il fattore tempo,una variabile che non era mai stata prima considerata da alcun artista. Il pittore cubista si figura di ruotare tra le mani l’oggetto da rappresentare, o se si tratta di una persona di girarle intorno.

Cubismo e Picasso: riassunto di arte


CUBISMO: RIASSUNTO PER TESINA

In questo modo egli percepisce più aspetti diverso in successione. E poiché per poter assumere punti di vista diversi occorre muoversi e per farlo ci vuole del tempo, ecco che la variabile temporale fa per la prima volta il suo ingresso in pittura. Il nome del movimento deriva dall’uso cubista di scomporre la realtà in piani e volumi elementari. Anche il Cubismo, come l’Impressionismo,assume il nome che deriva dallo scherno della critica. La storia del Cubismo si intreccia in modo indissolubile con quella dei due principali artefici, la cui amicizia li legherà per tutta la vita. La data di inizio del Cubismo si fa convenzionalmente risalire al 1907, anno in cui Picasso dipinse Les demoiselles d’Avignon. Il periodo di massimo splendore iniziò però nel 1909.

Cubismo: Picasso e Braque


CUBISMO ANALITICO

E’ il momento del cosiddetto “Cubismo analitico", consistente nello scomporre i semplici oggetti dell’esperienza quotidiana secondo i principali piani che lo compongono. I colori impiegati in queste operazioni sono solitamente terrosi e di tonalità neutra. Tra il 1912 e il 1913 Braque e Picasso indirizzarono le loro ricerche verso una ricomposizione degli oggetti precedentemente frammentati in oggetti nuovi e spesso fantastici che vivono una loro realtà autonoma. caratterizzata da un uso di colori brillanti e volutamente non verosimili. Siamo così alla fase del “Cubismo sintetico”. L’artista arriva a creare forma che non hanno più alcun rapporto con quelle già note.

Il Cubismo e Pablo Picasso: riassunto


CUBISMO: RIASSUNTO PER TESINA

Per sottolineare ulteriormente il diverso uso che è possibile fare dei frammenti di realtà derivati dalla scomposizione analitica Braque inventa la tecnica dei papiers collés e Picasso quella dei collage. Nel primo caso vengono applicati sulla tela ritagli di giornale e di carte da parati di vaie qualità e colori mentre nel secondo si utilizzano anche materiali eterogenei quali stoffa, paglia, gesso o legno. In questo modo i due artisti tentano di scindere la forma del colore. Lo scoppio della Prima guerra mondiale mette bruscamente fine alla grande stagione del Cubismo. Per importanza il Cubismo rappresenta uno dei momenti di svolta storica di tutta l’arte occidentale e ha spianato la strada a ciascuna delle altre Avanguardie storiche, diventando inevitabilmente il punto di riferimento e la pietra di paragone per tutti gli artisti delle generazioni successive,