Donatello: biografia e opere più importanti

Appunto inviato da olimpia94
/5

Riassunto dettagliato della biografia, delle opere più importanti e stile di Donatello (5 pagine formato rtf)

DONATELLO: BIOGRAFIA E OPERE PIU' IMPORTANTI

Donatello.

Uno dei più straordinari artisti del 400,Donatello nacque a Firenze nel 1386 da un cardatore di lana, la sua formazione deve essere stata artigianale e nel 1407 passò ai cantieri del Duomo e probabilmente fu qui che conobbe e divenne amico di Brunelleschi.
Nel 1408 a 22 anni Donatello ricevette una commissione importante per l'abside di Santa Maria del Fiore doveva realizzare in marmo una statua di David, terminata un anno dopo la scultura rimase inutilizzata nei magazzini dell'opera del Duomo solo nel 1416 venne trasferita a Palazzo Vecchio. Nel David gli elementi gotici si ritrovano nella linea falcata della figura e nell'atteggiamento, le braccia una con la mano posta sul fianco con ungesto ricercato, l'altra portata in avanti a sfiorare la gamba che avanza, inoltre l'anatomia non è sviluppata con precisione ma nella figura si avverte ugualmente la volontà di conferirle energia e vita.

La fisionomia del giovane ad esempio non è solo ideale ma appare caratterizzata da una attenta osservazione del vero, le guance morbide i grandi occhi la bocca piccola e il mento appuntito.

Donatello: biografia e analisi opere

DONATELLO: BIOGRAFIA BREVE

Quando l'arte dei corazzai e spadai si rivolse a Donatello per l'esecuzione della statua  di San Giorgio il loro santo protettore lo scultore aveva 30 anni, l'opera doveva essere posta in una nicchia esterna di Orsanmichele.
Il San Giorgio eseguito tra il 1416 e il 1420 rappresenta un nuovo modo di concepire e realizzare la figura nello spazio, nel San Giorgio il corpo è perfettamente proporzionato e articolato dotato di una naturalezza di gesti e di forme quale non si vedeva dall'epoca classica, nella figura le gambe sono divaricate e costituiscono una solida base mentre il busto e la testa sono lievemente ruotati, San Giorgio appoggia le mani sullo scudo una linea dal piede a destra sale allo scudo alla mano stesa poi a quella posata in alto per raggiungere il braccio il gomito la spalla e la testa formando una specie di spirale che attraversa la statua e le toglie staticità. La figura appare compatta nelle sue forme legate attraverso uno schema rigoroso, l'opera è eccezionale soprattutto per la resa dell'anatomia e per le proporzioni impeccabili.

Donatello: biografia e opere

DONATELLO: SAN GIORGIO

Nel proporre questa bellezza scontrosa come modello per un eroe Donatello affermò una delle sue più profonde convinzioni: la grandezza degli antichi si ritrovava nel popolo che per coraggio dignità e sentimento concreto della vita era degno di interpretare i valori di quello straordinario passato, l'artista trasformava così i popolani in santi ed eroi perchè nella gente comune identificava la virtus degli antichi.
Nel basamento del San Giorgio Donatello ha rappresentato in un bassorilievo San Giorgio e il drago, nella lastra Donatello ha esemplificato i risultati sulle sue riflessioni sullo spazio egli credeva molto nelle forme sperimentali e in questo bassorilievo ha interpretato la prospettiva creando un abisso di atmosfera e di luce dal quale affiorano le forme, lo scultore in un sapiente schiacciato ha evocato la profondità e ha definito i volumi.