Storia del design: riassunto

Appunto inviato da swanina
/5

dalla preistoria al boom economico degli anni '60. Riassunto della storia del design (6 pagine formato doc)

STORIA DEL DESIGN: RIASSUNTO

Design significa progettare oggetti d’uso comune, tenendo conto della loro funzionalità, dell’estetica e della produzione in serie e meccanica.
Gli oggetti rappresentati nelle opere artistiche, nei quadri, hanno un significato iconografico ed uno realistico, in questa relazione non si analizzano le opere, ma dobbiamo scoprire, passo dopo passo, la STORIA DEL DESIGN, in altre parole cercare la nascita e l’evoluzione dell’estetica di un qualsiasi oggetto e considerarlo “in sé”.

Cos'è il design


STORIA DEL DESIGN ITALIANO

Dalla preistoria...

Fin dalla preistoria l’uomo si è costruito, o ha trovato in natura, degli oggetti che gli convenissero nella vita quotidiana.
Questi oggetti, ovviamente, erano molto rozzi, per esempio si usavano legni e pietre per fabbricare lance o armi molto semplici, oppure sassi piatti che servivano per appoggiare il cibo…
-vedi immagini in fondo
…alla produzione artiginale…
Col passare del tempo l’omo si è evoluto ed ha cominciato a costruirsi i propri oggetti con materiali che doveva lavorare e modellare da solo, come la ceramica con cui produceva i vasi. Così nacque la PRODUZIONE ARTIGIANALE, che si espanse e si divise in due rami: c’era chi produceva oggetti solo per l’uso proprio e c’era chi faceva l’artigiano di professione, cioè produceva oggetti artigianali e poi li barattava o li vendeva. Gli artigiani di professione erano proprietari di botteghe con l’attrezzatura adeguata; alcune città hanno fatto delle loro tradizioni artigianali delle fonti di guadagno, per esempio Murano è famosa per il vetro.
Tutti gli oggetti prodotti fino al XVIII secolo furono artigianali.
-vedi immagini in fondo.

Storia del Design: riassunto


STORIA DEL DESIGN INDUSTRIALE

Alla produzione industriale. Con la Rivoluzione Industriale, verso il ‘700, nacque il PRODOTTO INDUSTRIALE, ma non sostituì del tutto quello artigianale.
Il PRODOTTO ARTIGIANALE è fatto a mano, ma ha bisogno anche di strumenti appropriati che ne facilitino la produzione. E’ unico in se stesso proprio perché è fatto a mano, ma ci vuole anche molto tempo per produrlo, quindi il prezzo è alto perché ci sono molte ore di lavoro dietro il prodotto finale. Può essere fatto su misura, e la produzione artigianale soddisfa le esigenze del cliente, come la scelta del colore, la forma…
Invece il PRODOTTO INDUSTRIALE non è molto costoso e risolve in modo più rapido i problemi e le richieste della clientela. Così il prodotto industriale prese il sopravvento su quello artigianale, pur senza eliminarlo. Questi prodotti all’inizio erano molto rozzi, non erano ben fatti perché i primi macchinari non erano precisi, per questo il prodotto che ne usciva non era ben rifinito. Inizialmente chi aveva una fabbrica non si curava dell’estetica dell’oggetto che fabbricava, ma della veloce produzione e, ovviamente, del ricavato.

La nascita del design in Inghilterra: riassunto