Il Cubismo e Pablo Picasso: riassunto

Appunto inviato da multiverso
/5

Riassunto sulla nascita del cubismo e la vita e opere di Pablo Picasso: l'origine del movimento cubista, periodi di Picasso e "Guernica" (2 pagine formato doc)

IL CUBIMSO E PABLO PICASSO: RIASSUNTO

La nascita del cubismo e Pablo Picasso.

Nasce il 25 ottobre 1881, prese dal padre la passione per l’arte e la pittura, dimostrando subito notevoli capacità. A 19 anni va a Parigi: conosce la pittura di Toulouse-Lautrec. Lo stile di Picasso cambia di opera in opera, rivelando suggestioni di Toulouse-Lautrec, Bonnard, degli impressionisti, dei Pointillistes, dando l’impressione di voler sperimentare tutto.
Periodo blu. La morte dell’amico Casagemas nel 1901 apre il cosiddetto “periodo blu”.
Le opere in questi anni, pervase da un senso di tristezza e malinconia e popolate da figure dallo sguardo assente, descrivono un’anima in balia della miseria. L’opera che riassume questo periodo è “la vita”: l’ambiente è indefinito e incerto; ci sono due gruppi di figure dallo sguardo assente: un uomo e una donna e un madre con un bambino; questi due gruppi stanno uno di fronte all’altro ma non c’è nessun rapporto tra i due; in mezzo ci sono due dipinti, quello inferiore raffigura un uomo accovacciato con la testa sulle ginocchia, quello superiore una coppia rannicchiata in un abbraccio.

Cubismo e Picasso: riassunto

CUBISMO PICASSO RIASSUNTO

Periodo rosa. A partire dal 1904 Picasso trapassa verso il periodo rosa (1904/1906), con l’abbandono della monocromia e l’introduzione dei colori rosa e rosso. I soggetti ora sono gli artisti del circo: giocolieri, acrobati, equilibristi, pagliacci; il loro vigore fisico è svuotato di energia, i loro sguardi sono assenti, pieni di solitudine e di rinuncia come nei “Santimbanchi” del 1905.
Verso il periodo cubista. Presto Picasso abbandona gli artisti da circo: le figure riprendono corpo e consistenza e i colori tendono ai grigi che caratterizzano l’età cubista. Un’opera del 1906 che ci porta sulle soglie del cubismo è “autoritratto”, cui Picasso giungerà l’anno dopo, il 1907, anno in cui Picasso conclude “Les demoiselles d’Avignon”, considerato da molti il primo quadro cubista.

Tesina sul Guernica, Picasso e Cubismo

CUBISMO PICASSO GUERNICA

In quest’opera Picasso porta avanti la lezione di Cézanne che fu la matrice del cubismo, combinandola con quella del primitivismo, già posta da Matisse e dai Fauves. Quest’opera prevedeva inizialmente sette figure: cinque donne e due uomini. Nel passaggio alla versione definitiva cambiano la composizione, il numero e il significato delle figure; si attua una relazione tra contenuto (figure, drappo bianco, tenda rossa, natura morta) e contenitore (lo sfondo); questa relazione genera un nuovo spazio pittorico, chiudendo l’affondo prospettico. Una componente fondamentale è quella del primitivismo, che l’autore filtra dall’arte medievale catalana. Il volto in basso subisce una torsione con una dislocazione degli occhi, che non sono sullo stesso asse.

Il cubismo e Pablo Picasso: riassunto di storia dell'arte

PICASSO CUBISMO OPERE

I pittori cubisti. Il cubismo è una situazione artistica, un clima diffuso. Nasce come ipotesi di lavoro di alcuni artisti, come Picasso e Braque. Nel 1913 Apollinaire, nel suo Les peintres cubistes, aveva distinto tre tipi di cubismo: scientifico (Picasso, Braque, Gris), definito come puro; orfico (Delaunay, Léger, Picabia, Duchamp), che reintroduce colore e movimento; fisico (Gleizes, Metzinger).
La fase primitiva del cubismo (1908/1909)
Questa fase è caratterizzata dalla semplificazione dei volumi e dello spazio. Essa comincia con le opere: “Nudo della foresta” di Picasso e “Case all’Estaque” di Braque. Iniziano a scomporre la natura in 3 figure principali: cono, cilindro sfera.