Realismo e Macchiaioli: riassunto di arte

Appunto inviato da babyjoey Voto 5

Riassunto di arte sul Realismo, sul fenomeno dei Macchiaioli, su Giovanni Fattori e le sue opere principali (3 pagine formato doc)

REALISMO E MACCHIAOLI: RIASSUNTO

E' una corrente artistica che sente le esigenze del proprio tempo, caratterizzato da profondi sconvolgimenti sociali e politici, e sceglie dunque di raccontare i drammi e le passioni delle persone comuni, non dei grandi eroi, descrivendo la realtà in maniera cruda ed impietosa per mostrarne tutta la veridicità.

Gli artisti realistici si rendono conto che ormai l'enfasi romantica di sentimento e d'immaginazione sono solo una mera evasione dalla realtà. Il termine realismo è molto generico ed indica, in genere, ogni movimento artistico che sceglie la rappresentazione fedele della realtà. Il realismo francese vuole rappresentare la vera condizione di vita delle classi lavoratrici senza nessuna trasfigurazione che mascherasse i reali problemi sociali.
Protagonista principale del realismo pittorico francese fu soprattutto Gustave Courbet.

Il Realismo e il fenomeno dei Macchiaioli: caratteristiche

I MACCHIAIOLI RIASSUNTO

La sua pittura produsse un grande impatto su quel panorama artistico francese che considerava ancora l'arte il luogo nobile di fatti epici e grandiosi. Courbet propose invece quadri i cui soggetti erano gente povera, semplice, brutta. Questa scelta ebbe un effetto provocatorio e polemico proprio perché aveva l'obiettivo di imporre al pubblico dell'arte la descrizione di quelle sofferenze delle classi inferiori, la cui colpa era socialmente imputabile proprio agli interessi della grande borghesia. Inutile dire che l'arte di Courbet non ricevette una accettazione entusiastica. Ma ciò che porta a definire più delle altre realista la pittura di Courbet fu proprio il diverso contenuto ideologico della sua arte: la rappresentazione della realtà come denuncia della società.

Macchiaioli: caratteri generali ed esponenti

MACCHIAIOLI CARATTERISTICHE

In concomitanza con le trasformazioni politiche ed ideologiche avviate con i primi movimenti rivoluzionari, l'arte avrebbe dovuto diventare un mezzo per poter esprimere la necessità di cambiamenti sociali; l'artista era quindi nuovamente chiamato a partecipare attivamente alle sorti della società, abbandonando quella chiusura in se stesso che lo avevano contraddistinto nel periodo romantico. Egli fu sempre contrario all'insegnamento dell'arte, ma nonostante questo, aprì una sua scuola, semplicemente in opposizione a quelle accademiche; e la prima cosa che insegnava ai suoi discepoli è che l'arte non si apprende, ma che è del tutto individuale e risultato dell'ispirazione di ognuno. Egli infatti non impartiva lezioni teoriche ma lasciava che gli allievi lo guardassero mentre dipingeva.

Macchiaioli: caratteristiche, tecnica ed esponenti

REALISMO ARTE RIASSUNTO

Negli “spaccapietre” si denota già subito la sua radicale differenza rispetto agli artisti romantici: qui i soggetti sono semplici manovali intenti a frantumare sassi. Il lavoro impone loro di vedere solo le pietre senza neppur poter alzare lo sguardo al cielo. Hanno volti inespressivi. Il lavoro che fanno è povero ed è una povertà non solo materiale ma anche interiore. Tutta la scena esprime una condizione di abbrutimento psicologico oltre che materiale. Courbet è cinico e crudo nel rappresentare questa scena.

Tutto su Giovanni Fattori