Riassunto su Degas: vita e opere

Appunto inviato da sarascantamburlo
/5

riassunto delle opere e vita di Edgar Degas (1 pagine formato docx)

Riassunto su Degas: vita e opere - Degas ha origini nobili, frequenta anche Louvre.

Suo padre è un banchiere e gode di un grande benessere economico per un certo periodo della sua vita. Dopo il fallimento della banca del padre, inizia a dipingere a scopo di lucro e non più per passione. Se prima era lui ad aver aiutato economicamente gli impressionisti del suo gruppo, ora è lui ad aver bisogno di aiuto, infatti gli impressionisti sono ammirabili sotto questo punto di vista, sono un gruppo molto unito.

Leggi anche Impressionismo di Monet, Manet e Degas

Quando era giovane, e quindi ancora benestante, compie un lungo viaggio in Italia e dice di cercare: “Lo spirito di Mantegna e il colore di Veronese”. Il colore di Veronese era già stato studiato da Delacroix, famoso per l’uso che faceva del colore, usando colori forti e accesi spesso con una simbologia particolare.
Dicendo “Lo spirito di Mantegna” intende il suo interesse per il disegno e per il segno.
A Firenze dipinge La famiglia Bellegli. Lui rappresenta la famiglia all’interno dell’abitazione, tema trattato spesso, soprattutto dai fiamminghi che davano importanza non solo al ritratto, bensì anche allo sfondo del quadro, spesso paesaggi o interni di case.

Leggi anche La vita, le caratteristiche principali e opere di Degas

Egli però aggiunge ai tipici ritratti fiamminghi all’interno, i rapporti umani interpersonali tra i membri della famiglia. Il padre guarda verso il basso e la madre fissa avanti, atteggiamento insolito per una famiglia che si fa ritrarre. La madre abbraccia una delle due figlie mentre l’altra rimane in mezzo ai membri della famiglia. Degas non rispetta la facciata della famiglia, normalmente una famiglia doveva venire rappresentata perfetta, senza segni di squilibrio o di problemi per dare una buona impressione a coloro che la vedevano, chi vede il quadro intuisce che ci sia qualcosa di insolito nella loro situazione famigliare.
Il riflesso nello specchio, tema molto trattato, ci mostra che c’è un’altra realtà, diversa dalla nostra, partecipando al quadro. Dietro la testa della donna appare un altro quadro, un bozzetto di Degas stesso.   Opera considerata moderna.

Leggi anche La vita di Edgar Degas

Torna a Parigi.
Uno dei suoi punti di riferimento è Ingres, che da importanza al disegno e alle linee e gli suggerisce di usare la sua memoria per dipingere. Per giungere al reale devo passare dal ricordo che ho della cosa. L’immaginazione e la memoria devono lavorare insieme. L’impressione non è più l’impressione di qualcosa che sto guardando, bensì l’impressione che mi è rimasta impressa nella memoria, quello che ricorderò e che dipingerò sarà quello che è davvero importante.