Riassunto della vita, il movimento e le opere di Renoir

Appunto inviato da sarascantamburlo
/5

riassunto sulla vita, movimento e opere di Pierre-Auguste Renoir (1 pagine formato docx)

Riassunto della vita, il movimento e le opere di Renoir - Renoir è con Monet uno dei più convinti impressionisti, soprattutto nella prima parte della sua vita, infatti verso la fine egli si allontanerà dal movimento stesso.

Nasce a Limoges, città francese famosa per la produzione di ceramica e come prima occupazione fa infatti il decoratore di ceramiche. Va presto a Parigi dove incontrerà gli impressionisti, frequenta Louvre e parteciperà a 3 delle 7 mostre degli impressionisti.
Le sue opere rispetto a quelle degli impressionisti sono accusate di essere incomplete. Ha un tratto rapido e veloce, che nella figura umana si riflette in una forma non definita.


Leggi anche Appunti su Monet

Un viaggio in Italia dopo gli anni 80 gli fa conoscere Raffaello e la pittura pompeiana. Quando torna in Francia, essendo lui un ammiratore della pittura di Ingres, inizia il suo periodo ingresiano, che dura circa 7/8 anni, fino agli anni 90 e indica una svolta decisiva nella sua pittura, infatti recupera il valore del disegno e il tema del nudo.
Spesso utilizza una composizione piramidale e le donne raffigurate sono molto formose e si staccano dall’ambiente in cui sono inserite. Ambiente impressionista che non coinvolge più il soggetto. Torna al passato nella composizione e nel uso del disegno e del tema.

Leggi anche Vita e opere di Degas

Dopo il 90 torna all’impressionismo ma non ha più la freschezza di un tempo. I suoi dipinti sono diventati poco significativi e perdono la gioia di vivere tipica di Renoir. Infatti egli sosteneva che l’unico motivo per cui dipingeva era per divertirsi.
Fu all’inizio uno dei massimi esponenti dell’impressionismo.
Passa gli ultimi anni della sua vita sulla costa azzurra dove si impegna anche in scultura, ma soffre di una paralisi agli arti e deve farsi aiutare, per esempio si fa legare i pennelli alle braccia per dipingere e per le sculture tocca il marmo da modificare con un’asta. La creatività è spinta al massimo, anche in punto di morte.
La Grenouillere/ Lo stagno delle rane: Si paragona il più delle volte con il quadro di Monet per farci capire che seppur entrambi impressionisti, trattano il tema in maniera totalmente diversa, infatti i due artisti hanno dipinto il quadro nello stesso momento e nello stesso luogo. C’è un isolotto, lungo la Senna, e sulla destra un barcone riadattato a bar. In primo piano alcune barche e una passerella che unisce l’isolotto alla terra ferma.

Leggi anche Ricerca su Renoir

Monet, da impressionista, da un’idea complessiva della situazione, non c’è distinzione tra le barche, l’isolotto e le figure umane. Gli importa solo la percezione.
Renoir invece si disinteressa di tutto tranne che dell’isolotto e lo avvicina definendo così le figure umane che ci stanno sopra. Noi possiamo vedere i loro vestiti e i rapporti tra di loro, i giochi di sguardi e gli atteggiamenti, cose che per Renoir sono fondamentali. Usa una pennellata più corta e una vasta varietà di colori rispetto a Monet, però entrambi tagliano l’immagine per far capire che questa è solo un frammento della realtà e non la realtà stessa. Renoir gioca più sulla presenza umana nel dipinto.