Tempio dorico, ionico e corinzio

Appunto inviato da barbaralomasto
/5

Descrizione del tempio dorico, del tempio ionico e del tempio corinzio (2 pagine formato doc)

LA CIVILTA’ GRECA: EQUILIBRIO, PROPORZIONE, ARMONIA
Fra il XII e l’XI secolo ci fu il declino della civiltà micenea, così le genti qui stanziate dovettero emigrare verso l’asia minore; da questi nuclei isolati nascerà quella che sarà considerata la cultura comune a tutti i greci.
La storia della grecia è la storia di molti stati dominati da oligarchie aristocratiche e tirannidi, solo ad atene ci fù la democrazia, fino a raggiungere l’unificazione della grecia sotto la corona del regno di macedonia. Il periodo che va alla decadenza delle civiltà micenea alla fine del I millennio si divide in: medioevo ellenico, età arcaica, età classica e l’ellenismo.


Nel X secolo a.C.
ci fu una lenta ripresa economica e demografica, la comparsa di piccoli centri abitati e di un nuovo linguaggio artistico. La novità in campo artistico è nell’introduzione di vasi dalla forme mai viste, decorati con disegni astratti: cerchi e semicirconferenze, linee e motivi geometrici. Nel IX secolo ci fu un ulteriore progresso con la nascita delle poleis. Le piccole sculture vengono realizzate con forme essenziali, geometriche e schematizzate, come ad esempio il cavallo fittile. I vasi rappresentano melio l’essenza dello stile geometrico, con addirittura scene con figure di uomini e animali ridotti a schemi geometrici; nell’anfora del lamento funebre ci sono fasce che si sovrappongono in maniera equilibrata intorno a corpo, riservando la parte di massima evidenza ad una scena funeraria in cui le figure hanno la parte superiore del corpo di forma triangolare.