Riassunto della Prima guerra mondiale: cause e conseguenze

Appunto inviato da ejonarexhepi
/5

riassunto dettagliato di tutti gli eventi della Prima Guerra mondiale, le cause e le conseguenze, descritta anno per anno e considerando la visione di tutti i paesi coinvolti nello scontro (9 pagine formato doc)

RIASSUNTO DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE: CAUSE E CONSEGUENZE

La Prima guerra mondiale.

Premesse ed entrata in guerra. Il 28 giugno 1914, a Sarajevo, l’Arciduca Francesco Ferdinando, erede al trono d’Austria, viene ucciso con la moglie da Gavrilo Prinzip, uno studente bosniaco che faceva parte di un gruppo irredentista serbo: questo movimento politico voleva la separazione della Bosnia dall’Austria, affinché essa fosse annessa alla Serbia. La data ricorda la battaglia di Kosovo-Polje, che nel XVI secolo aveva sancito la fine dell’indipendenza serba.
L’Austria reagisce, anche per altri motivi legate all’influenza nei Balcani, e il 23 luglio manda un ultimatum alla Serbia; la Serbia non accetta la clausola che prevedeva l’intervento austriaco nelle indagini per l’omicidio e l’Austria dichiara guerra il 28 luglio. La Russia si pone a difesa della Serbia e, il 31 luglio, la Germania dichiara guerra alla Russia.

Riassunto della Prima guerra mondiale: l'entrata in guerra dell'Italia e la firma dell'Armistizio


RIASSUNTO BREVE PRIMA GUERRA MONDIALE

Il 1 agosto entra in scena anche la Francia, che dichiara guerra a Germania ed Austria. Il 3 agosto, la Germania estende la sua dichiarazione di guerra anche alla Germania e, il giorno successivo, l’Inghilterra dichiara guerra alla Germania in seguito all’invasione tedesca del Belgio.
L’Italia non entra subito in guerra: la Triplice Alleanza era un’alleanza a carattere solamente difensivo. Inoltre, nessuno credeva che l’Italia fosse pronta ad affrontare una guerra; l’entrata in guerra a fianco dell’Austria, poi, sarebbe stata contro le tendenza irredentiste, e avrebbe voluto dire sostenere un “alleato” che, nel 1908, aveva violato i patti della Triplice Alleanza. Gli interventisti, dunque, sostengono un’entrata in guerra a fianco dell’Intesa, mentre i neutralisti rimangono sulle loro posizioni.

Prima guerra mondiale: cause e conseguenze


PRIMA GUERRA MONDIALE RIASSUNTO DETTAGLIATO

Fino all’autunno del 1914, la guerra ha caratteristiche di movimento, mentre, in seguito, si svilupperà come una guerra di posizione. In questa prima fase prevale, dunque, l’esercito meglio armato, mentre in seguito il logoramento e il conflitto basato sulle trincee premieranno lo Stato con più risorse disponibili.
Lo scoppio della guerra, in Europa, viene visto come un modo per far valere la forza della propria patria: si sente un dovere patriottico nei confronti del proprio Stato, affinché esso passi dallo stadio di nazione proletaria a quello di nazione capitalista. I giovani partecipano in massa al conflitto, che lo vedono come un’opportunità di prestigio per lo Stato, come un modo di liberarsi dalle convenzioni, un rito di passaggio che consente di formare una nuova società. Sono i figli della borghesia ad avere questo punto di vista, mentre, ad esempio, i contadini vedono la guerra come una triste necessità: non hanno un punto di vista patriottico, che viene veicolato dall’istruzione alla quale non hanno accesso.

Riassunto dettagliato della Prima guerra mondiale


RIASSUNTO PRIMA GUERRA MONDIALE SCUOLA MEDIA

1914: La Germania è la prima potenza a prendere l’iniziativa: da anni ha pronto un piano per invadere la Francia, per rompere l’accerchiamento di cui è fatta oggetto da parte delle potenze dell’Intesa. Questo piano (Piano Schlieffen) prevede un’azione su due fronti, uno occidentale per sottomettere velocemente la Francia e uno orientale, più impegnativo ed esteso, contro la Russia: ad est viene inviato il grosso delle truppe, mentre quella ad ovest è vista come un’operazione più facile.