La Belle Epoque: riassunto di storia

Appunto inviato da andreazagagnoni84
/5

Riassunto del periodo storico-culturale della "Belle Epoque" (3 pagine formato doc)

LA BELLE EPOQUE: RIASSUNTO

La Belle Epoque.

Col termine “Belle Époque”, ci riferiamo al periodo storico che va dal 1895 al 1914 (date convenzionali) chiudendosi con lo scoppio della prima guerra mondiale.
In italiano bella epoca perché, ci sono una serie di progressi ed invenzioni che vanno a modificare lo stile di vita delle classi borghesi.
Già nella seconda metà dell’800 abbiamo l’inizio di diversi studi scientifici, innovazioni tecnologiche.
Per la prima possiamo parlare di cosiddetta idea di progresso, tanto che nel 1889 a Parigi si apre l’Esposizione Universale, in cui ogni paese presentava i propri nuovi prodotti del progresso.
In quell’occasione, si innalza la Tour Eiffel, messa a punto da Gustave Eiffel, diventato il simbolo del progresso proprio perché era fatta di acciaio, materiale innovativo del periodo e poi per la sua altezza come a simboleggiare la salita verso il cielo.
La Belle Époque viene anche chiamata 2° rivoluzione industriale perché seguiva la 1° nel 1700 che in modo coevo a quella Americana e Francese, avevano rappresentato il 1700 cioè il periodo chiamato “Età delle rivoluzioni”.
Con questa nuova rivoluzione industriale abbiamo però l’utilizzo di nuove fonti di energia: al carbone, si aggiungono il petrolio e l’elettricità e come materiale edile vi è l’introduzione dell’acciaio.

La belle époque: riassunto

LA BELLE EPOQUE STORIA

Il petrolio chiamato “oro nero” (ossimoro-perifrasi metaforica) copre una vasta gamma di applicazioni con diretta conseguenza la nascita del motore a scoppio: un motore che utilizza i derivati del petrolio per compiere combustione e produrre energia, a questo si aggiunge la nascita di industrie automobilistiche come ad esempio nel 1889 la nascita della FIAT (acronimo di Fabbrica Italiana Automobili Torino).
L’elettricità con Edison, ingegnere e studente americano che mise a punto la prima lampadina già nel 1879 e sostituisce così l’illuminazione a gas e a petrolio.
Durante la Belle Epoque l’elettricità viene poi applicata anche alle fabbriche.
L’elettrificazione delle fabbriche o meccanizzazione, rivoluziona il mondo lavorativo:
nacque la cosiddetta turnazione, ossia la divisione del lavoro a seconda delle fasi di fabbricazione del prodotto, quella che verrà chiamata catena di montaggio.

La belle époque: riassunto breve

LA BELLE EPOQUE: RIASSUNTO COMPLETO

Già sperimentata la catena di montaggio nell’Inghilterra del 1700 in una fabbrica di spilli, ora viene applicata per la prima volta su larga scala.
Ciò viene messo in atto dall’ingegnere statunitense Frederich Taylor nella fabbrica automobilistica della Ford, per questo si parla anche di Taylorismo.
In questo periodo nascono le prime forme di specializzazioni, le qualifiche dell’operaio, in contrapposizione a questo nella catena di montaggio non era richiesta una speciale qualifica ma una preparazione generica era più che sufficiente in quanto la mansione era sempre la stessa.
L’elettrificazione delle fabbriche porta anche al lavoro notturno.
Anche le città vengono elettrificate con Londra che fu la prima città al mondo ad avere una rete elettrica pubblica, in Italia la prima città fu Milano verso gli anni 20 (Napoli fu la prima città italiana a gas).
Le applicazioni dell’acciaio furono tante in campo edile: ferrovie, ponti, strade, edifici ecc.
Ecco il perché la Belle Époque venne chiamata o 2° rivoluzione o “Età dell’acciaio” richiamando simbolicamente le preistoriche età dei metalli.

La belle époque: tesina

LA BELLE EPOQUE IN ITALIA: SCOPERTE ED INVENZIONI

Viene inventato un nuovo metallo, la lega dell’alluminio, vengono messi a punto i fertilizzanti chimici per l’agricoltura che come conseguenza drastica danno inizio all’inquinamento.


Nel campo farmaceutico, c’è la nascita dell’aspirina dalla casa Bayer; la scoperta della penicillina; la scoperta della cura della tubercolosi dal medico Cock.
Nel campo tessile si iniziano ad utilizzare i colori industriali.
In campo edile viene scoperta la dinamite.
Viene inventata la bachelite, progenitrice della plastica.
Antonio Meucci inventa il telefono e vede il brevetto agli americani.
Il bolognese Marconi per la prima volte fa una trasmissione radiotelegrafica senza filo.
Nasce anche un nuovo modo di fare notizia con le testate giornalistiche:
“Corriere della sera”, “Il Messaggero”, “Washington post”.
I due fratelli Wright mettono a punto l’aereo tra l’800 e il ‘900 tant’è vero che all’inizio del ‘900 compiranno il primo volo sulla manica per testare questo nuovo mezzo.
Questo nuovo stile di vita ha come conseguenza su cultura e società la nascita del Desing che si basa sullo “Stile Liberty”, in Italia “Floreale”, in Francia “Art Nouveau”.