Feudalesimo: riassunto breve

Appunto inviato da diablita91
/5

Feudalesimo: riassunto con descrizione delle caratteristiche del sistema feudale. Il beneficio, le trasformazioni del beneficio, la Costituzione dei feudi, il vassallaggio, il ruolo della chiesa nell'ordinamento feudale, la struttura sociale, la proliferazione dei benefici, l'incastellamento e la frammentazione del potere (2 pagine formato doc)

FEUDALESIMO: RIASSUNTO

Il Feudalesimo. Gli elementi fondamentali del feudalesimo. Il termine deriva da feudo ( dal franco feh-od “ possesso di bestiame”) indicava i beni regalati da un capo ai suoi guerrieri in cambio dei servizi (corvees) .

Si tratta di un ordinamento basato su rapporti personali fra un capo il re e i sottoposti. Gli elementi fondamentali furono tre: il beneficio , il vassallaggio e l’immunità.

Il beneficio. Già dai Longobardi il re aveva cominciato a dare in usufrutto appezzamenti di terreni ai duchi. Il beneficio consisteva in questo: il re o un nobile assegnava un territorio a un suo fedele affinché potesse vivere della sua rendita.

In cambio si doveva offrire delle milizie e lui stesso doveva combattere e doveva svolgere una serie di benefici che venivano elencati nel contratto di concessione del beneficio. Alla morte del beneficato il terreno tornava al signore.

Società feudale e Medioevo latino

PRINCIPALI CARATTERISTICHE DEL SISTEMA FEUDALE

Le trasformazioni del beneficio. Con il passare del tempo il beneficio diventò ereditario, con cui la famiglia del beneficato acquisiva il possesso permanente della terra, anche se l’imperatore restava il padrone. Dopo la morte di Carlo Magno si rese necessaria una sistemazione politica: nell’877 Carlo il Calvo emanò il Capitolare Di Quierzy con cui accordò l’ereditarietà dei feudi maggiori. L’imperatore voleva fare una spedizione contro i saraceni e voleva che i feudatari lo seguissero. 
La Costituzione dei feudi. I feudatari minori iniziarono una serie di lotte contro i feudatari maggiori affinché gli venisse riconosciuto il diritto di ereditarietà che si protrasse dalla fine del IX sec. Alla prima metà del XI sec. . Corrado I il Salico emanò nel 1037 la Costituzione dei feudi con cui veniva concessa l’ereditarietà anche ai feudatari minori.

Medioevo e Feudalesimo: riassunto

IL FEUDALESIMO: RIASSUNTO BREVE

Il vassallaggio. La concessione di un beneficio avveniva attraverso una cerimonia: l’omaggio feudale,. Il beneficato si inginocchiava davanti al signore con le mani giunte il signore le prendeva stringendole in segno di difesa (immixtio manum). In età carolingia gli si aggiunse la fede: Il beneficato giurava fedeltà al signore stendendo la mano sul vangelo o su oggetti sacri. Il beneficato dichiarava di essere un vassus ( vassallo) cioè dipendente del signore. Egli poteva ricevere dei privilegi chiamati immunità. Esentavano da alcuni obblighi ( fiscali, militari..) oppure attribuivano privilegi ( imporre tributi..)

Il ruolo della chiesa nell’ordinamento feudale. Gli imperatori concessero privilegi anche agli uomini di Chiesa. Furono nominati molti vescovi-conti . Gli ecclesiastici non potevano avere eredi legittimi quindi alla loro morte l’imperatore riprendeva il terreno. Molti feudatari concedevano i loro terreni alla Chiesa per avere protezione.