La Prima guerra mondiale: riassunto breve

Appunto inviato da mariasofia94
/5

La Prima guerra mondiale segna l'inizio di una fase storica nuova, un evento epocale con conseguenze vastissime in Europa e in tutto il mondo. Riassunto breve della Prima guerra mondiale (5 pagine formato doc)

LA PRIMA GUERRA MONDIALE: RIASSUNTO BREVE

1914-1918: Stati in guerra, uomini in guerra.

La Prima guerra mondiale segna l’inizio di una fase storica nuova, un evento epocale con conseguenze vastissime in Europa e in tutto il mondo. La scintilla della guerra si accese il 28-06-1914 a Sarajevo, capitale della Bosnia-Erzegovina. Quel giorno l’arciduca Francesco Ferdinando (erede al trono) e la moglie Sofia caddero sotto i colpi di rivolta dello studente serbo-bosniaco Gavrilo Princip, affiliato a una società segreta ispirata alla Mano nera, organizzazione terrorista con lo scopo di destabilizzare l’equilibrio della penisola balcanica. L’interesse di Princip all’eliminazione dell’erede al trono nasceva dal fatto che il futuro imperatore F.
Ferdinando coltivava il progetto di un “Impero trialistico”, ovvero fondato sulla parità della nazionalità tedesca, ungherese e slava e la cui realizzazione avrebbe tolto argomenti alla politica panslavista.

Riassuunto della Prima guerra mondiale: entrata in guerra dell'Italia e la firma dell'Armistizio


LA PRIMA GUERRA MONDIALE RIASSUNTO TERZA MEDIA

Fino ad allora la diplomazia era riuscita a tenere la situazione sotto controllo e a circoscrivere le aree di conflitto, ma l’attentato di Sarajevo mise in moto un meccanismo di contrapposizione tra Stati e produsse conseguenze sconvolgenti tanto da andare a incidere su un equilibrio europeo già delicato: il tentativo di circoscrivere localmente la crisi fallì e l’Europa precipitò nel baratro.
L’ambiente politico-militare fu favorevole ad assestare un colpo decisivo alla Serbia nonostante il vecchio imperatore F.F. fosse contrario per timore di una ribellione della popolazione slave sparse nei suoi domini. Il timore di un intervento russo a fianco della Serbia, spinse l’Austria ad assicurarsi l’appoggio dell’alleato tedesco.

Riassunto della Prima guerra mondiale: cause e conseguenze


LA PRIMA GUERRA MONDIALE CAUSE

23 luglio 1914: Austria invia a Belgrado un ultimatum: le condizioni erano molto severe e imponevano la censura di ogni propaganda antiaustriaca e l’arresto dei coinvolti nell’attentato a Sarajevo, l’articolo 6 prevedeva la partecipazione di funzionari austriaci alle indagini sui partecipanti dei mandanti dell’attentato. Alla Serbia vennero concesse solo 48 ore e accettò tute le condizioni dell’accordo tranne l’articolo 6 e l’Austria il 28 luglio dichiarò guerra alla Serbia.
- 31 luglio: Germania invia ultimatum alla Russia intimandole l’immediata sospensione dei preparativi gi guerra
- 1 agosto: Francia, legata alla Russia a sua volta legata con Londra, mobilita le truppe
- Germania risponde con un  nuovo ultimato a cui seguì il 3 agosto la dichiarazione di guerra
Secondo il piano elaborato nei primi anni del secolo dall’allora capo dello Stato Maggiore tedesco (Alfred von Schlieffen), il primo assalto della Germania avrebbe dovuto travolgere dapprima la Francia, con attraversamento del Belgio mentre le truppe russe a oriente sarebbero state affrontate in un momento successivo.

Prima guerra mondiale: riassunto dettagliato


LA PRIMA GUERRA MONDIALE RIASSUNTO PER TESINA

In pochi giorni le 5 maggiori potenze europee erano scese in campo su due fronti contrapposti e tutti venero colti di sorpresa dallo scoppio della Prima guerra mondiale. I movimenti di pace fallirono completamente e risultò vana la promozione di arbitrati internazionali e l’introduzione negli anni precedenti il 1914 di codici di comportamenti umanitari in caso di conflitto. Le maggioranze silenziose e dubbiose di operai e contadini non erano inclini allo scontro; nemmeno i partiti socialisti pacifisti riuscirono a trovare una valida linea di opposizione allo scontro.
Germania e Austria puntarono a una rapida conclusione dello scontro. Dopo una prima avanzata della Germania, con lo scopo di vincere la guerra sul fronte occidentale, l'esercito francese riuscì a bloccare l'armata sulla Marna. Si poté così considerare fallito il progetto tedesco della guerra lampo e milioni di uomini si ritrovarono in trincea impegnati in una guerra di posizione. Sul fronte orientale l'esercito asburgico fu incapace di sostenere la pressione russa e solo con l'aiuto tedesco riuscì a bloccarne l'avanzata verso la Prussia orientale.