La Russia nel 1900: riassunto

Appunto inviato da Cix184
/5

Riassunto della storia della Russia dal 1900 al 1922 e il concetto di nazionalizzazione (5 pagine formato doc)

LA RUSSIA NEL 1900: RIASSUNTO

La Russia.

C’è grande tensione, ai primi del 1900 c’è ancora servitù della gleba e i proprietari terrieri si arrichivano sempre di più. C’era pochissima industria rispetto alle altre nazioni, c’era malcontento. Lo Zar chiama Stolipin, un ministro delle finanze che sostiene il bisogno di una riforma agraria in quanto era necessaria ma lo Zar non ne vuole sapere. La Russia entra in guerra illudendosi che i problemi sparissero ed invece essi peggiorano. C’è conflitto tra le masse ed inoltre quando le masse contadine entrano in guerra si confrontano con altri contadini di altre nazioni e si rendono conto che i contadini russi sono quelli che stanno peggio.
La Russia è reduce di una situazione di grande tensione. La Russia non aveva alle spalle un’economia forte quindi ne conseguirono sacrifici e morti nella classe contadina. La Russia era anche arretrata dal punto di vista militare. C’era grande tensione sotto tutti i punti di vista. Queste tensioni scoppiano in una rivoluzione detta Rivoluzione di Febbraio avvenuta il 23 Febbraio 1917. Queste date sono secondo il calendario russo. Secondo il calendario italiano la rivoluzione sarebbe avvenuta l’8 Marzo 1917.

Storia della Russia: riassunto

STORIA DELLA RUSSIA: RIASSUNTO

La rivolta di Febbraio consiste in una protesta della popolazione che non ne poteva più. Il popolo di S.Pietroburgo inizia a ribellarsi. Lo Zar ordina alle truppe di sparare alla folla ma l’esercito si rifiuta e si unisce agli insorti. Tutto il popolo si rivolta verso lo zarismo cioè contro l’autoarchia ovvero contro il potere totale dello Zar. Viene assalito il palazzo d’inverno che è la sede dello Zar (simbolo politico) e viene issata la bandiera rossa (comunista) e lo Zar Nicola II abdica perché non era all’altezza della situazione e viene poi arrestato. Questo è un momento fondamentale in quanto c’è la caduta dello Zar . Termina quindi la dinastia dei Romanov. Vengono liberati i prigionieri politici e viene ridata importanza alla Duma con il compito di essere un governo provvisorio. Si ricostriscono i Soviet nati intorno al 1905 (associazioni spontanee di operai) che tutelavano gli operai, non avevano ruolo giuridico e politico; gli operai eleggono i propri rappresentanti. Lo Zar aveva vietato i Soviet perché intorno al 1915-1917 ogni gruppo di rappresentanti di fabbriche si riunivano con altri gruppi quindi c’era confronto e questo avveniva clandestinamente. Nel 1917 i Soviet acquisiscono un ruolo politico pur essendo espressione del proletariato . Acquisiscono ruolo politico perché si impongono e trattano con il governo.

STORIA DEGLI ZAR DI RUSSIA

Termina lo zarismo e quindi la Russia diventa un Repubblica. In questa repubblica ci sono due realtà dal punto di vista politico/sociale:
- Soviet formati dalla massa operai e dai soldati
- Borghesia formata da un piccolo gruppo di persone emergente che vogliono una monarchia costituzionale e vogliono continuare la guerra per guadagno .
Dal punto di vista politico abbiamo due formazioni :
- Socialdemocratici divisi in :
*Bolscevichi: saranno capitanati da Lenin. Sostenevano che tutto doveva essere in mano al proletariato , parlavano di Rivoluzione del Proletariato  . Dicevano che la rivoluzione doveva partire dalla Russia e propagarsi in tutti i paesi capitalisti Si parla di dittatura democratica . Sostenevano che doveva partire subito questa dittatura del proletariato , la rivoluzione non doveva essere graduale .