Europa tra il 1600 e il 1700: riassunto di storia

Appunto inviato da nihalevans
/5

Riassunto dettagliato sull'Europa tra il 1600 e il 1700: i fatti dopo Westfalia, Italia, Assolutismo vs stato moderno, Mazzarino e Luigi XIV, politica di Luigi XIV, Colbert, espansionismo in Francia e declino, Austria, Russia, Prussia, Polonia, Svezia, Inghiletrra degli Stuart, Francia dopo Luigi XIV, commercio triangolare, borsa, guerre di successione e guerra dei sette anni (6 pagine formato docx)

EUROPA TRA IL 1600 E IL 1700: RIASSUNTO DI STORIA

Il seicento.

Espansione economica, incremento demografico ('500) → profondo malessere, arresto nella crescita, squilibrio Nord e Sud Europa ('600).
Dal 1570 = epidemie di peste (cattivo raccolto, carestie, cattivo clima, cattivo sfruttamento terreni).
Linea est-ovest = fascia con buona economia, Europa del Nord, verso l'Oceano Atlantico, Inglesi e Olandesi (produttori tessuti, flotte mercantili), regioni laniere e metallurgiche del basso Reno e della Sassonia, Slesia e Boemia (distretti minerari).
Spagna = usa l'oro americano per acquistare da altri stati e non per investire nel suo → olandesi e inglesi sfruttano l'oro.
Sviluppo sistema finanziario europeo → banche inglesi e olandesi fanno operazioni di prestito e di cambio con concessioni di crediti a brave termine (interessi dei privati) → tutela a livello giuridico delle operazioni.

Europa tra 1600 e 1700: tesina


1600-1700 STORIA

1609 = fondazione Banca di credito di Amsterdam → Banca d'Inghilterra.
Olanda = indipendente alla fine della guerra dei Trent'anni, ma di fatto già dal1579, la + ricca tra le Province Unite, afflusso di imprenditori e mercanti calvinisti, repubblica di mercanti, commercio grano e legname proveniente dal Baltico → i porti si sostituiscono alla lega anseatica. Compagnia delle Indie Orientali (vs Portoghesi), di quelle Occidentali (1625 = Nuova Amsterdam).
DOPO WESTFALIA
Impero tedesco → fase di decadenza → potere imperatore debole, territorio vastissimo e frammentato con differenti leggi e religioni.

1552 = pace di Augusta → cuius regio eius religio, ma non era contemplato il calvinismo. Gli imperatori asburgici vogliono conversione al cattolicesimo (Concilio di Trento) → ribellione.
Guerra dei Trent'anni per frenare i progetti di egemonia degli Asburgo → coinvolgimento di tutte le potenze → 1648 = sconfitta truppe imperiali e spagnole.
Pace = consolidamento monarchia francese e Svezia, decadenza impero tedesco, mantenimento principio libertà di fede, ma subordinata alla volontà del sovrano, autonomia ai principi tedeschi e alla Dieta (loro organismo rappresentativo), 350 stati sovrani → gli Asburgo cercano espansione in Italia e nella penisola balcanica.

1600-1700 in Europa: riassunto


EUROPA 1600 E 1700

Spagna = sconfitta, territori autonomi, economia arretrata (latifondi, dipendenza dalle importazioni), società immobile e stratificata (borghesia debole, nobiltà di campagna). 1621 = il 1° ministro Gaspar Olivares avvia riforme per aumentare le risorse della corona e ripartire i debiti → 1640 = rivolta Cortes di Catalogna (protezione francese), 1643 = Portogallo che conquista indipendenza grazie a Francia e Inghilterra (1668), 1647 = regno di Napoli con Masaniello, repressa nel sangue.
1600-1670 = guerre civili e rivolte antifiscali in Scozia, Francia, Austria, Baviera, Polonia e Inghilterra.
ITALIA - Riduzione produzione tessile e commercio, circolazione monetaria scarsa, l'offerta di beni superava la domanda → crisi. No però a Venezia, Milano, Roma e Napoli. Prodotti manifatturieri dall'estero (panni inglesi), solo punto di passaggio delle reti commerciali, prodotti di lusso troppo costosi → concorrenza di quelli stranieri, ascesa dei prezzi e rialzo salari.
Rifeudalizzazione = grande regressione feudale → capitali impiegati nell'acquisto di terre, possesso fondiario alla base di ricchezza e potere, tensioni sociali.
Divisione in 2 soli ceti: nobili e popolani, impossibilità di migliorare la propria condizione per mancanza ceto medio, potere politico e potere economico coincidevano.

Europa del 1700: riassunto


STORIA DEL 600 IN EUROPA

Assolutismo e Stato Moderno. Necessità di mantenere un esercito permanente → necessità flusso continuo di entrate → necessità di un sistema di esazione delle imposte efficiente → necessità di riscuotere tributi senza l'approvazione di nobiltà e borghesia e di istituzioni giudiziare → assolutismo monarchico.
Assoluto = sciolto da ogni costrizione esterna, volontà dei sovrani moderni di esercitare liberamente il proprio potere senza alcuna limitazione.
Politica di Luigi XIV. Eliminare influenza curia romana sulla Chiesa galliacana (limitazione autorità pontefice negli affari temporali), autonomia del re e dei vescovi francesi nei confronti del papa, religiosi come semplici funzionari dello stato.