Il Cinquecento: contesto storico

Appunto inviato da unocomeme
/5

Il 500: contesto storico e i protagonisti principali del periodo. Riassunto su Carlo VIII e Carlo V, Martin Lutero e la Riforma protestante, Controriforma e Concilio di Trento, Ignazio di Loyola, guerre di religione in Francia, Colonizzazione delle Americhe e Filippo II (13 pagine formato doc)

IL CINQUECENTO: CONTESTO STORICO

IL 500. Con questo secolo siamo entrati nell’ETA’ MODERNA.(già il 400 con l’umanesimo).

In questo secolo cambia la storia dell’umanità: vi è l’avvento del PROTESTANTESIMO con Martin Lutero (1517), che nel mattino del 31 ottobre affigge 95 sue tesi sulla cattedrale di Wittemberg. Quell’atto ha cambiato l’intera storia umana. Con il Protestantesimo avviene la rottura con Roma ed il Cattolicesimo. Ciò da vita ad un secolo di guerre di religione. Protagonisti: Martin Lutero, CARLO V, i re inglesi ENRICO VIII e sua figlia ELISABETTA I.
Storia di scontri, tragedie e guerre. Con il Protestantesimo si ha una devastazione interiore (guerre d’odio religioso e civile). Due nazioni in particolare vivranno al loro interno le guerre civili: GERMANIA e FRANCIA. Vi è il famoso problema della 3° riforma del concilio di Basilea-Costanza.Secolo drammatico, tragico, una grande resa dei conti.

Il 500: storia

IL 500 STORIA

Carlo V eredita il più grande impero della storia:
1) dalla madre Giovanna la Pazza: la Spagna, il Ducato di Milano, il Regno di Napoli e le conquiste del Nuovo Mondo
2) dal padre Filippo il Bello: l’impero D’Asburgo i Paesi Bassi e la Franca Contea.

Francesco I, e quindi la Francia, si sente circondata dalla potenza dell’impero di Carlo V e quindi fra i due si scatena la guerra che continuerà anche con i loro successori.

CARLO V (imperatore sacro romano impero e re di Spagna)
Combatte con Francesco I (re di Francia) Lotta contro Martin Lutero Genera il figlio Filippo II d’Asburgo

La lotta contro Martin Lutero, che scatenerà la Riforma e la Controriforma, diede il via al Protestantesimo e da questo come conseguenza si avrà che:
1) la gran Bretagna diventa Anglicana rompendo con Roma ed il Cattolicesimo
2) in Francia tale movimento svilupperà ben tre guerre civili.

Il cinquecento arte: riassunto

IL 500 CONTESTO STORICO

CARLO VIII. Mentre nel resto d’Europa si consolidano le monarchie nazionali (Francia, Spagna ed Inghilterra), l’Italia continua ad essere divisa in molte e spesso minuscole entità politiche.
Dopo il 1492 (con la morte di Lorenzo il Magnifico, le imprese di Isabella, la scoperta dell’America ecc) vi è la discesa di Carlo VIII in Italia, che segna la fine dell’indipendenza italiana.
Inizia lentamente una fase di dominio straniero nella quale Carlo VIII sarà il primo a lanciare una “moda”, conquistare l’Italia. In pratica si cercano delle scuse per invadere il territorio italiano.
La sua scusa fu quella che, essendo un angioino, rivendicava la corona del Regno di Napoli, pretendendo il riconoscimento degli antichi diritti degli Angioini. Per far ciò, iniziò a stipulare trattati con gli altri stati europei per ottenere il loro consenso. Nel 1494, Carlo VIII inizia la sua spedizione puntando subito sul Ducato di Milano, controllato dagli Sforza, che in quel periodo era indebolito da un conflitto dinastico: il governo spettava a Giangaleazzo Sforza, un ragazzino debole ed incapace, il quale, però, era tenuto prigioniero in un castello di Pavia dallo zio Ludovico Sforza detto il “Moro” che gli aveva usurpato il potere.