Destra e sinistra storica: riassunto

Appunto inviato da maraiannotta
/5

breve riassunto di storia sulla destra e sinistra storica (3 pagine formato docx)

DESTRA E SINISTRA STORICA: RIASSUNTO

Destra storica (1861-1876).

Si chiamava "destra" poiché composta dai cavouriani, e "storica" per il ruolo storico che avrà nella formazione dell'Italia. La Destra storica era composta per lo più da aristocratici, proprietari terrieri, soprattutto lombardi ed emiliani. Sia la Destra che la Sinistra erano una piccola parte del popolo. A quel tempo il suffragio permetteva di votare solo ai maschi, dopo i 25 anni di età, se paganti di una quota annua di 40mila lire: il numero dei votanti in questo modo era di 400 000 persone su 22 milioni, ossia il 2% della popolazione totale, anche se solo la metà di loro andava effettivamente a votare.
Vi era un'immensa frattura tra quello che era il popolo al potere e l'effettivo misero gruppo di persone che realmente era al potere e rappresentava l'intero popolo. La Destra e la Sinistra non erano partiti politici, erano gruppi di persone notabili, ossia persone con un certo valore sociale.

Destra e Sinistra storica: riassunto breve


DESTRA E SINISTRA STORICA RIASSUNTO BREVE

Dopo la morte di Cavour, il primo presidente della Destra fu Bettino Ricasoli, un aristocratico toscano. Il primo problema che affrontò fu la forma che avrebbe dovuto prendere lo stato: centralizzato, come quello francese, o decentralizzato, come quello inglese. L'Italia diventerà uno stato centralizzato, poiché dopo le lotte per l'unità nessuno voleva alcun tipo di divisione, ma nonostante questo vi erano dei problemi:
1.    In Italia il 78% della popolazione è analfabeta, contro il 40% della Francia ed il 50% delle femmine ed il 25% dei maschi in Inghilterra. Per questo si rendono gratuiti ed obbligatori i primi due anni della scuola elementare, grazie alla legge Casati: ciò era possibile grazie ai finanziamenti dei comuni, e quindi vi erano delle difficoltà al Sud a causa della crisi economica. Gli uomini al potere cominciarono ad avere del sud un'idea sbagliata: Massimo d'Azeglio disse"la fusione con i napoletani mi fa paura, è come mettersi a letto con un vaioloso".

Destra e Sinistra e i problemi dell'Unità d'Italia: riassunto


I PROBLEMI DELL'ITALIA UNITA: DESTRA E SINISTRA A CONFRONTO

Tra il 1860 ed il 1865 si combatté una guerra contro il brigantaggio, ossia contro i briganti, coloro i quali erano scontenti della risoluzione del problema dell'Unità d'Italia, ex Mazziniani e Garibaldini. Nel 1863 per contrastare questo fenomeno fu emanata la legge Pica, ovvero una legge marziale: lo stato mandò un esercito di 100 000 soldati contro 4-5000 briganti. In questo modo però si fomentarono la Camorra e la Mafia, le criminalità organizzate. Lo stato non ha infatti risolto il problema, lo ha solo represso.
3.    Vi era un'arretratezza economica molto visibile: si aveva un tasso di mortalità infantile pari al 20%, ed il reddito procapite era la metà di quello francese. Vi erano meno di 2000 km di rete ferroviaria, contro i 20 000 km in Inghilterra ed i 10 000 in Francia. Vi era un debito pubblico di 2402 milioni di lire, che comprende i debiti di tutti gli ex stati italiani anche prima dell'unità d'Italia.

Sinistra storica: riassunto