Riassunto dell'età di Pericle

Appunto inviato da thestar9590
/5

Riassunto di storia antica sull'età di Pericle. I caratteri principali della società greca al tempo dell'egemonia di Atene e di Pericle (2 pagine formato pdf)

RIASSUNTO DELL'ETA' DI PERICLE

L'egemonia di Atene e l'età di Pericle.

Sparta ed Atene reagirono in modo diverso alla sconfitta persiana: Sparta era intenta a ristabilire il suo
dominio e la lega peloponnesiaca su alcune città dell'asia minore che approffittando della guerra si erano dati regimi politici democratici, e si rinchiuse in se stessa per ristabilire l'equilibrio della città mentre invece atene sa mettere a frutto questa vittoria e inizia sotto la guida di Temistocle, ormai diventato l'uomo più autorevole della città, il progetto di espansione sia territoriale che politico. Temistocle fece fortificare il porto del pireo e nel 477 a.c.
atene promosse la lega di delo o delio-attica, un'alleanza navale con le cicladi e le città greche dell'asia minore e atene ne divenne il capo le cui alleate
dovevano fornire le loro navi o versare somme in oro per la costruzione di esse. ad atene vi erano due partiti opposti: da una parte c'era temistocle che riteneva che bisognava avviare una guerra contro sparta per diminuire il suo dominio e la lega peloponnesiaca per far emergere atene come l'unica potenza al mondo, dall'altra vi era il partito degli aristocratici che ritenevano una guerra contro sparta dannosa per tutti e invece volevano un'alleanza con quest'ultima in funzione antipersiana in caso di un nuovo attacco, di questa fazione era Aristide e Cimone figlio di Milziade. Nel 470 a.c. temistocle venne ostracizzato (si dice ostracizzato e non esiliato perchè deriva dalla parola ostraco che era un coccio su cui erano incisei i nomi delle persone ostracizzate) e si rifugiò allra presso il re di persia Artaserse I che lo trattò con tutti gli onori. Nel 476 Cimone divenuto stratega, riuscì ad ottenere il comando della flotta ateniese e alla morte di Aristide prese il suo posto come rappresentante del partito aristocratico e riuscì a riallacciare una convivenza pacifica con Sparta ma questo causò a fine della sua vita politica infatti a Sparta si scatenò una rivolta degli iloti e per fronteggiarli gli spartiati chiesero aiuto agli ateniesi dove Cimone mandò un contingente a Sparta ma la spedizione ebbe un esito umiliante per atene infatti dopo alcuni mesi gli spartiati ritenendo inutile la permanenza dei soldati, cacciarono gli ateniesi bruscamente e allora cimone nel 461 venne ostracizzato. Alla caduta di Cimone prese il comando il partito democratico con Efialte che ruppe ufficialmente l'alleanza con sparta. Ma egli morì pochi mesi dopo assassinato da un rivale politico e prese il suo posto Pericle il suo più stretto collaboratore.

L'età di Pericle: riassunto

LA FIGURA DI PERICLE E RIFORME

Pericle attuò numerose riforme: coloro che ricoprivano incarichi pubblici avrebbero ricevuto un indennità giornaliera. Realizzò anche il progetto di ridimensionare il peso politico dell'areopago il consiglio degli arconti dominato dall'aristocrazia dove alcuni dei suoi poteri passarono alla bulé il consiglio dei cinquecento e altri al tribunale popolare. Poi nel 451 Pericle fece approvare una legge sulla cittadinanza in cui per essere cittadini ateniesi bisognava
essere nati da genitori entrambi ateniesi e in questo modo veniva bloccato l'accesso al potere ai figli nati da matrimoni misti. Un pregio della riforma di Pericle è la democratizzazione delle istituzioni che permisero a tutti di poter partecipare alla vita pubblica. ma tuttavia la riforma introdusse diversi elementi di confusione e discordia infatti offrì spazio al dilagare di denuncie anonime e di ricatti come arma politica, e comparvero quindi i sicofanti (denunciatori) professionisti del ricatto.

L'ETA' DI PERICLE E LA GUERRA DEL PELOPONNESO

Pericle aprì due fronti militari uno contro Sparta e uno contro i Persiani con lo scopo di fare di atene la potenza egemone del mondo greco. così si accese un conflitto con la beozia e nel 447 i tebani scesero in guerra per sottrarre la Beozia ad atene e gli spartani andarono sull'istmo di corinto per accamparsi ai confini dell'attica, però Pericle riuscì a raggiungere un accordo con gli spartani e nel 446 venne stipulata una pace della durata di trent'anni nei quali atene rinunciava all'espansione sul peloponneso ma doveva esserle riconosciuta l'egemonia sul mare. poi l'altro fronte quello contro i Persiani si aprì in egitto dove Inaro re della libia aveva chiesto ad atene per una rivolta contro la dominazione persiana ma poi la flotta ateniese venne distrutta da quella persiana e quindi Pericle dopo questo disastro aprì le trattative ddi pace inviando un cittadino di nome Callia per stipulare gli accordi con il re di Persia e quindi la pace che ne seguì venne chiamata per l'appunto la pace di Callia.