Imperatori di Roma: riassunto

Appunto inviato da giulia3m
/5

Breve riassunto sugli imperatori più celebri di Roma (2 pagine formato doc)

IMPERATORI DI ROMA: RIASSUNTO

Cesare Ottaviano Augusto aveva cercato di trovare un successore adottando come figli candidati di sua fiducia, ma questi morirono prima di lui.

Così nel 4 d.C. adottò Tiberio (figlio di prime nozze di sua moglie Livia) che era un valido generale. Lo adottò conferendogli anche la potestà tribunizia e il comando proconsolare; gli conferì cioè l’autorità e le cariche necessarie per assumere il potere.
Nel 14 d.C.
Augusto morì e il senato accettò Tiberio come nuovo principe.
Tiberio apparteneva alla gens Claudia ma, in quanto adottato da Augusto, imparentato anche alla gens Iulia, iniziava così la dinastia Giulio-Claudia.
Tiberio diede buona prova di se come amministratore, tutelando le province con un fisco più equo e con maggior controllo sugli abusi dei funzionari pubblici. In politica estera mirò a consolidare i confini dell’impero come aveva fatto Augusto. Molto meno abile si dimostrò nella politica interna.

Gli imperatori romani: riassunto


QUANTI FURONO GLI IMPERATORI ROMANI

Tiberio non riuscì a conquistare l’appoggio del senato e nel 26 d.C. , per sottrarsi al cupo clima politico della capitale, si ritirò a Capri e continuò a governare da lì. In sua assenza si verificò l’ascesa del prefetto del pretorio Seiano che organizzò una congiura contro l’imperatore ma che fallì e fu condannato a morte, la fine di Seiano segnò l’inizio di un periodo di grave crisi, caratterizzato da vendette e nuovi tentativi di sbarazzarsi di Tiberio promossi anche dall’aristocrazia senatoria.
Tiberio morì nel 37 d.C. lasciando come erede Caligola. Tentò di trasformare il principato in una monarchia di tipo orientale (introducendo cerimoniali estranei, la genuflessione, il bacio del piede…) ma Roma non era ancora pronta a una simile evoluzione. Inoltre adottò una politica tirannica e crudele così venne ucciso dai pretoriani che acclamarono come successore lo zio Claudio.

Imperatori di Roma: riassunto


GLI IMPERATORI ROMANI RIASSUNTO

L’elezione di Claudio fu ben accettata dal senato. Claudio sviluppò con accortezza e moderazione una politica di rafforzamento del principato; attuò una riorganizzazione  della burocrazia, risanò l’amministrazione finanziaria, face realizzare grandiose opere pubbliche, favorì la romanizzazione delle province estendendo la cittadinanza romana. Claudio riportò grandi successi conquistando la Mauritiana e la parte centro meridionale della Britannia.
La sua seconda moglie Agrippina, convinse Claudio a adottare Nerone, il figlio avuto da un precedente marito,nonostante Claudio avesse già un discendente. Poi nel 54 d.C. la stessa Agrippina avvelenò Claudio affrettando la successione di Nerone.