Breve riassunto sul Medioevo

Appunto inviato da carminecuciniello
/5

Il medioevo: riassunto del periodo storico compreso fra la caduta dell'impero romano d'Occidente e la scoperta dell'America (2 pagine formato doc)

IL MEDIOEVO RIASSUNTO

Una nuova fase storica: il Medioevo.

Medioevo” significa: "età di mezzo". L’inizio e la fine del Medioevo, sono stati fissati, con la caduta dell’Impero Romano D’occidente (nel 476) e con la scoperta dell’America da parte di Cristoforo Colombo (nel 1492). Il Medioevo è stato diviso in 2 fasi: l’ “Alto Medioevo” e il “Basso Medioevo”.
L’idea di Medioevo, si affacciò durante il Rinascimento e portò a considerare il periodo intermedio come un’epoca caratterizzata da una complessiva decadenza della civiltà.

ALTO MEDIOEVO

Questa interpretazione del Medioevo, dominò sino a quando il Rinascimento favorì una rivalutazione complessiva. I Romantici seppero apprezzare anche la cultura e l’arte Medievale. Il Medioevo aveva visto la produzione di opere artistiche di estrema libertà e creatività. Molti fenomeni storici furono tipici del Medioevo: l’apporto demografico delle popolazioni “nuove” come i Franchi; la definizione del ruolo politico del papato; la nascita delle lingue moderne. Nell’ultima fase del mondo antico: il cristianesimo continuò la sua affermazione come religione prevalente dell’Occidente. Se è pur vero che la prima fase del Medioevo fu caratterizzata da una complessiva decadenza della guerra civile, dopo i Mille, in Europa maturarono le condizioni di un grande sviluppo.

Durante i secoli medievali, mentre l’Europa occidentale stagnava in una fase di regresso; il Medioevo vide l’età d’oro della civiltà Araba e Bizantina. La fioritura di queste civiltà, concorse a marcare il decadimento del ruolo politico dell’Italia. Si accentuò quindi quel fenomeno di spostamento dell’asse politico europeo verso Nord.

Caratteristiche dell'alto medioevo

BASSO MEDIOEVO

I territori che avevano atto parte dell’Impero furono colpiti da una gravissima crisi demografica. Questo fenomeno si aggravò ulteriormente: in seguito alle enormi devastazioni causate da invasioni, guerre, carestie e pestilenze. Le strade non furono più curate, i ponti crollarono, gli acquedotti andarono in rovina: le comunicazioni risultarono sempre più difficili; i commerci, quindi, entrarono in una fase di grave stagnazione. Anche la moneta fu usata sempre meno. Gli scambi avvenivano tramite il baratto. A partire dal VII secolo, gli Arabi si impadronirono di buona parte delle cose del mediterraneo: il Mediterraneo quindi divenne un “lago” Arabo. L’Europa dell’Alto Medioevo fu, una “Europa senza mare”. A questa situazione si aggiunse il pericolo dei pirati. Continuò a esistere, un commercio di lusso che trasportava le merci preziose destinate alle corti; esse provenivano dall’Oriente per mezzo di mercanti Bizantini.

RIASSUNTO SUL BASSO MEDIOEVO

Ormai in pieno Medioevo, al tempo di Carlo Magno, vaste porzioni di terra rimasero incolte e i boschi tornarono a invadere le campagne; molte zone furono abbandonate anche in seguito al flagello della malaria: malattia quasi sconosciuta. In una situazione di crisi economica e regresso, proprio i boschi e gli specchi d’acqua rappresentavano una risorsa fondamentale: il bosco rendeva disponibile il legname che era indispensabile. Gli specchi d’acqua permettevano invece, la pesca e la caccia.