Riassunto della Seconda rivoluzione industriale

Appunto inviato da deee95
/5

Riassunto della storia dalla seconda rivoluzione industriale all'avvento della società di massa (8 pagine formato doc)

SECONDA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE: RIASSUNTO

La Seconda rivoluzione industriale.

Diffusione e innovazioni. Nel corso del '800 sia in Europa sia negli USA si diffuse la seconda rivoluzione industriale che ha avvio dal 1870. Con questo processo vi è un utilizzo di nuove fonti di energia (elettrica e combustione del petrolio), delle nuove scoperte scientifiche e delle nuove tecnologie, si svilupparono molto settori come il siderurgico e il chimico, l'industria automobilistica (Ford: primi ad utilizzare la catena di montaggio con Taylor). Si sviluppa la società di massa, la nuova classe sociale del profeta ristò alla quale sono rivolti i nuovi prodotti dell'industria in serie, che utilizzò i prodotti industriali in serie e anche i servizi di questo periodo.
In questo periodo lo stato entra in modo attivo nell'economia del paese e vi è una evoluzione degli stati verso la democrazia. Questo processo di rinnovamento si compirà con tempistiche differenti in America, gran Bretagna e negli altri paesi si completerà nel ventennio del 900.

Seconda rivoluzione industriale: tema

SECONDA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE: RIASSUNTO PER SCUOLE MEDIE

Dalla seconda metà del 800 la scienza si legò strettamente alla tecnica, molti centri universitari si aprirono all'industria, apparve la figura dell'ingegnere come tecnico per eccellenza. Riguardo all'energia elettrica si introdusse la lampadina ad opera di Edison (1860/1870) e ciò comportò un'introduzione dell'illuminazione negli edifici, nelle città e nelle strade, cambiando anche il modo di vivere delle persone. Importante anche l'invenzione del telefono e del telegrafo (1871 brevettato da Bell, inventato nel 1856 da Meucci) che ha permesso la comunicazione a distanza, l'invenzione della prima foto a colori (1861 da Maxuer) e del cinematografo (1895 da Lumiere) forma di intrattenimento e arte. Dal 1870/1914 (prima fase rivoluzione industriale) vi fu un incredibile aumento della produzione, ci furono però anche periodi di crisi. Dal 1873/1896 per esempio ci fu un periodo denominato "grande depressione", una crisi determinata da una sovrapproduzione (domanda inferiore rispetto all'offerta) a causa della grande concorrenza tra le industrie di quel periodo, il potere d'acquisto delle persone era ridotto perché i salari non aumentavano. Entrava quindi in gioco la strategia del protezionismo mediante al quale venivano favorite le esportazione e sfavorite le importazione, le industrie meno competitive fallirono portando al problema della disoccupazione. Nonostante le banche fornissero prestiti (importanti diventano i banchieri) in alcune situazioni non si riuscirono a sanare i debiti. Aumenta la concentrazione delle industrie vicino alle città. Alcune industrie vennero poi monopolizzate. Anche il settore dell'agricoltura si modernizzò e ci fu un flusso di persone che si spostarono in America.

Seconda rivoluzione industriale: invenzioni e scoperte

SECONDA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE: RIASSUNTO TAYLORISMO E CATENA DI MONTAGGIO

TAYLORISMO E CATENA DI MONTAGGIO. Le fabbriche si rinnovarono per l'introduzione delle innovazioni tecnologiche e per un sistema produttivo nuovo, la catena di montaggio . Il primo a studiare questo nuovo sistema fu l'ingegnere italiano Taylor secondo cui era necessario scomporre il processo di produzione in diverse fasi per affidare un compito ripetitivo , i tempi venivano ridotti, la fabbrica si organizzava in modo rigoroso e il salario dell'operaio era basato sulla sua capacità produttiva. La sua teoria fu applicata per la prima volta da Ford nella sua fabbrica automobilistica, ma il processo fu spersonalizzato. In questo modo vi fu una riduzione del prezzo della merce, un incremento della produzione e un aumento dei salari. Il primo modello fu la Ford T, il più economico, ne furono prodotti 15 milioni di esemplari.
RIVOLUZIONE FRATELLI WRIGHT
Riuscirono a far volare un aereo. Il primo ad attraversare la Manica fu però il francese Bierot nel 1909. Una conseguenza di ciò fu lo sviluppo dell'aviazione militare.
CAPITALISMO. Teoria economica bastata sul libero mercato e sulle idee liberiste (teorico del liberismo* fu Adam Smith).

Tutto su Thomas Edison