Analisi del Sacro Romano Impero

Appunto inviato da dilaudoan
/5

analisi dei più importanti avvenimenti storici dell'epoca (4 pagine formato doc)

Analisi del Sacro Romano Impero - LA NUOVA ORGANIZZAZIONE - Carlo magno divise il regno in contee (o marche, se di recente conquista) e ciascuna fu affidata a un conte o marchese.

I conti avevano i poteri amministrativi, giudiziari, fiscali e di ordine pubblico, mentre i marchesi avevano anche i poteri militari. Vennero istituiti i missi dominici, dei giudici che girovagavano per il paese; il sovrano si circondò dei palatini che lo aiutavano nella gestione dell'impero. Sviluppò i rapporti vassallatico-beneficiari con i signori cui venivano assegnate cariche pubbliche: buona parte di essi furono gli uomini di Chiesa e favorì gli studi per preparare i funzionari statali.

Leggi anche Appunti su Federico II di Svezia

Questo periodo venne chiamato rinascita carolina.

NUOVI POPOLI IN EUROPA -
L'Europa è esposta a incursioni dei Vichinghi che migrano dal nord, dagli Ungari da est e dagli Arabi dal sud.

Leggi anche Riassunto su Carlo Magno e il Sacro Romano Impero

I TRAFFICI DECLINANO MA NON SCOMPAIONO - Le antiche città romane, anche se più debolmente, erano rimaste il centro di scambio grazie anche alla figura del vescovo e, in seguito nel periodo carolingio, ai conti.
Sul Tirreno si affacciavano i porti di Amalfi, Gaeta e Napoli, che formalmente erano ducati bizantini, ma in pratica erano indipendenti. Esse dovettero fare i conti con gli Arabi insediati in Sicilia, e quando erano costrette a schierarsi si alleavano anche con i mussulmani. Bari per 30 anni fu occupata dagli Arabi, mentre Venezia era costituita in un ducato che manteneva rapporti puramente formali con Bisanzio.