Terza rivoluzione industriale: riassunto breve

Appunto inviato da
/5

Spiegazione del processo di trasformazione della produzione avvenuto nella seconda metà del '900: la Terza rivoluzione industriale (2 pagine formato doc)

TERZA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE: RIASSUNTO

La Terza Rivoluzione Industriale è quel periodo storico attuale che va dai primi anni '80 fino ad oggi e vede lo sviluppo su scala mondiale degli enormi e complessi sistemi di comunicazione
Con l’invenzione del microprocessore, e quindi dei primi Personal Computer, agli inizi degli anni settanta è nata la microelettronica che viene oggi sfruttata per esempio dai sistemi militari come radar e satelliti.

Questa tecnologia ha però rivoluzionato le attività terziarie: i computer vengono oggi utilizzati per la scrittura, la gestione della contabilità, la riproduzione e trasmissione di testi.
Ha anche fornito nuovi e più perfezionati strumenti della sanità, come Tac o macchine per l’ecografia. E’ comunque entrata nella vita di tutti i giorni (la microelettronica viene per esempio utilizzata nelle radio, televisioni, telefoni cellulari, apparecchi hi-fi) . Le protagoniste di questa terza fase sono, però, la Rete e le nuove tecnologie hardware per la costruzione dei Personal Computer. Il termine Rivoluzione forse appare un po' eccessivo; di solito con tale parola si designano fenomeni i cui cambiamenti sono repentini e bruschi, e quindi è meglio chiamare questo fenomeno Comunicazione Globale perché il sistema industriale moderno è strettamente legato alla la comunicazione.

Terza rivoluzione industriale: tesina

TERZA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE: RIASSUNTO BREVE

"La rivoluzione informatica è paragonabile a quella industriale del primo Ottocento. E Internet è paragonabile alle ferrovie: come accadde con lo sviluppo dei trasporti su rotaia un secolo e mezzo fa, la rete darà un'enorme spinta ai commerci. Le ferrovie ridussero le distanze tra i mercati, Internet le annullerà. Il mondo non ha ancora capito che il Duemila è l'anno primo dell'economia globale." (Peter Drucker, economista)
Molto rilevante è stata la scoperta del 1953 del DNA , una molecola che si trova nel nucleo di ogni cellula, in cui sono contenute le informazioni che determinano le caratteristiche di ciascun essere individuo. Grazie a questo si sono fatti enormi passi avanti: l’ingegneria genetica è in grado, oltre che a isolare i geni, a modificarne la struttura e il patrimonio di informazioni in essi contenuto. Oggi le applicazioni della biotecnologia interessano numerosi campi: dal settore agricolo (nuovi antiparassitari) a quello farmaceutico (vaccini, ormoni, nuovi tipi di enzimi). Essa viene anche utlizzata dall’industria alimentare, alla costruzione di apparecchi biomedicali con nuovi materiali compatibili con l’organismo umano (stimolatori cardiaci).