Riforma protestante e Controriforma: riassunto

Appunto inviato da chiaraturra93
/5

I principi della Riforma protestante, la rivolta dei contadini, riforma in Inghilterra, riforma in Italia e la Controriforma. Riassunto sulla Riforma protestante di Lutero e la Controriforma (3 pagine formato doc)

RIFORMA PROTESTANTE E CONTRORIFORMA: RIASSUNTO

Verso la Riforma Protestante: Gli eventi che condussero l'Europa ad un cambiamento si verificarono tra la fine del '400 e l'inizio del '500, questi furono l'esperienza umanistica, la scoperta del nuovo mondo (evento politico-economico) e la riforma protestante.

Quest'ultimo fu un fenomeno religioso, con effetti politici, che divise in due l'Europa sia sul piano della fede che se quello politico: l'Europa centro-meridionale rimase cattolica, mentre l'Europa settentrionale (esclusa la Polonia) divenne protestante.
Il paese che non sentì la riforma fu la Russia, la quale rimase ortodossa.
Ciò che accadde con la riforma protestante unì lo scisma (divisione amministrativa di una Chiesa in due, pur mantenendo gli stessi dogmi) e l'eresia (mettere in discussione i principi di una religione e distanziarsi da questa).
I fedeli cominciarono a non sopportare che la curia romana si arricchisse sempre di più ed usasse questi soldi investendo in attività non religiose ed arrivasse a fare di alcuni sacramenti un commercio.

Mappa concettuale sulla Riforma protestante

RIFORMA PROTESTANTE: CAUSE

A scatenare la riforma fu un monaco tedesco: Martin Lutero, professore all'università di Wittenberg, in Germania. Lutero compì un viaggio a Roma, nel quale rimase sconvolto dal constatare che i preti non conducessero una vita cristiana, dallo scoprire una Chiesa corrotta d immorale, dal venire a conoscenza di preti che richiedevano denaro per i sacramenti e dal mercato delle reliquie.
Al ritorno a Wittenberg, Martin Lutero cominciò a sviluppare una dottrina contrastante con i principi della Chiesa; si rese conto che la Chiesa troppo si era distaccata dai testi sacri.
I principi della riforma protestante. Principi:
- Giustificazione per sola fede: questo principio va contro al dogma cristiano secondo il quale il fedele deve unire fede a opere; Lutero affermò che se le opere dessero la salvezza, questo sarebbe una specie di “ricatto” a Dio, quando invece la grazia dev'essere un dono, non una merce. Inoltre, avendo visto a Roma un mercato delle opere, Lutero affermò che queste non fossero gradite a Dio, in quanto servivano solo per arricchire la Chiesa.
- Il rapporto fra uomo e Dio è verticale (Dio è tutto, l'uomo niente), questo rapporto non necessita di alcuna mediazione e meno che mai di quella ecclesiastica.
- Sacerdozio universale: la chiesa non ha nessuna funzione, l'uomo è sacerdote di sé stesso; ogni fedele deve interpretare i testi sacri da sé e questa interpretazione non è inferiore a quella tradizionale della Chiesa. A questo proposito, Lutero all'inizio del '500 traduce la Bibbia in tedesco per darne libero accesso ad ognuno.
- I veri sacramenti istituiti da Cristo sono solamente il battesimo e l'eucarestia, tutti gli altri sono sacramenti inferiori: Lutero non li nega ma non li accetta.

Martin Lutero e la Riforma protestante: tesina

RIFORMA PROTESTANTE RIASSUNTO

La Chiesa romana non attaccò Lutero, cercando prima di arrivare a compromessi, fino a quando egli non paragonò la Chiesa alla nuova Babilonia; da qui, Leone X lo citò e lo convocò a Roma → Lutero non si presentò in quanto non credeva più nella Chiesa romana ed inoltre non voleva finire al rogo. Nel 1514 ebbe inizio la rottura tra la Chiesa e Lutero, nel momento in cui il Papa istituì un'indulgenza speciale, quale l'assoluzione totale dei peccati da non dover poi scontare nell'aldilà. (Il Papa introdusse questa indulgenza in quanto voleva costruire una nuova basilica a Roma.) a questo punto Lutero prese posizione contro la Chiesa e scrisse 95 tesi contro la Chiesa, le quali vennero affisse, il 31 ottobre 1517, sul portone della chiesa di Wittenberg. Queste tesi si diffusero, a breve, in tutta la Germania e la Chiesa cattolica nel 1520 scomunicò Lutero attraverso una bolla papale, che egli bruciò davanti ai fedeli.

Riforma e Controriforma, riassunto

RIFORMA PROTESTANTE LUTERO

Intorno a Lutero si creò un vasto consenso, anche di principi tedeschi: Lutero rappresentò l'indipendenza tedesca. Carlo V (imperatore spagnolo) invitò Lutero a discutere con dei teologi tedeschi a Worms, ed egli accettò ma si recò a Worms insieme a vari principi tedeschi ed i propri eserciti. A Worms, per tre giorni Lutero discusse con i teologi ma riaffermò ciò in cui lui credeva. Successivamente, sulla via del ritorno i principi tedeschi organizzarono un finto rapimento in quanto capirono che Lutero era in pericolo → lo portano nella fortezza di Wartburg, dove traduce la Bibbia in tedesco.