Guerra Fredda: riassunto

Appunto inviato da alessiomariamarcian
/5

contrapposizone politica, militare e ideologica tra gli Stati Uniti d'America e l'Unione sovietica avventura alla fine della Seconda guerra mondiale. Riassunto della guerra fredda (17 pagine formato doc)

GUERRA FREDDA RIASSUNTO

Premessa.

Furono le potenze vincitrici a decidere l’assetto del mondo dopo la fine della Seconda guerra mondiale. I protagonisti furono i “tre grandi”:
1.    Roosevelt (USA)
2.    Stalin (URSS)
3.    Churchill (Inghilterra)
Già durante la guerra le potenze alleate raggiunsero degli accordi che poi utilizzarono alla fine del conflitto.
Tra il 1944 e il 1945 ci furono tre conferenze:
1.    a Teheran (Iran)
2.    a Yalta (Crimea)
3.    a Potsdam (sobborgo di Berlino).

Al termine di esse, i Trattati di pace firmati nel 1947, definirono il nuovo assetto del mondo::
4.    la Germania fu divisa in 4 zone controllate (americana, sovietica, francese e inglese) disarmata e costretta a pagare ingenti danni di guerra alla Russia
5.    la capitale della Germania,  Berlino,  fu divisa in 4 parti
6.    l’Austria venne di nuovo separata dalla Germania e a sua volta divisa in 4 zone d’influenza (tornò libera e unita soltanto nel 1955)
7.    la Jugoslavia restò unita entro i confini che aveva dalla fine della 1^ guerra mondiale, pretese ed ottenne gran parte dell’Istria
8.    la Polonia dovette cedere a Stalin le regioni che egli aveva invaso nel 1939, ma fu ricompensata con territori tolti alla Germania
9.    all’URSS furono annessi i 3 paesi baltici (Estonia, Lettonia, Lituania) e i territori della Romania, Polonia e Finlandia
10.    l’Italia con il trattato di Pace di Parigi del 1947 perse le colonie, l’Albania, l’Istria (tranne Gorizia); perse la sovranità su Trieste.

Sintesi della Guerra fredda


GUERRA FREDDA RIASSUNTO PER TESINA

Tutti e tre i capi di stato, si impegnarono a rispettare i governi democratici ed a non intervenire mai nei loro affari interni.
1.    La divisione della Germania. La nascita dell’ONU
Nel febbraio 1945 “i tre grandi” (Roosevelt, Stalin e Churchill), si riunirono a Yalta, in Crimea. Obiettivo era un progetto di collaborazione e cooperazione.
La speranza di Roosevelt era quella di continuare la collaborazione con i sovietici, per far nascere un’ Europa di paesi liberi e pacifici.
Roosevelt promosse, a questo scopo, l’Organizzazione delle Nazioni Unite.
L’obiettivo era  la conservazione della pace e della sicurezza a livello
Stalin però temeva che l’ONU potesse diventare uno strumento di politica antisovietica da parte dei paesi capitalisti. Perciò a Yalta egli ottenne il diritto di veto  per le grandi potenze. In questo modo era possibile bloccare l’attività dell’organizzazione.
Dopo la conferenza di San Francisco, il 26 giugno 1945 nacque ufficialmente l’ONU.

Riassunto della guerra fredda: cause e piano Marshall


GUERRA FREDDA RIASSUNTO BREVE: LA POLITICA DI STALIN

A Yalta, mentre Roosevelt sperava nella nascita di governi democratici nei paesi dell’Europa orientale, Stalin voleva realizzare un grande “impero sovietico” . Egli mirava alla nascita di governi controllati da Mosca . Per questo decise di portare avanti la “sovietizzazione” di tutta l’area occupata dall’Armata rossa durante la sua avanzata.
Approfondimento. Una volta conclusi i trattati di pace, gli Stati Uniti e la Gran Bretagna abbandonarono l’Europa. Invece, l’Unione Sovietica, tra il 1946 e il 1948, impose ai paesi dell’Europa orientale di formare governi favorevoli a Mosca.
Polonia, Cecoslovacchia, Ungheria, Romania e Bulgaria divennero così stati socialisti, mentre in Albania si affermava un regime autonomo comunista.
Tutti questi Stati furono chiamati “Stati satelliti” proprio perché dipendevano da Mosca.