Il Nazismo

Appunto inviato da leontialessia
/5

breve riassunto sul nazismo (2 pagine formato doc)

Breve riassunto sul nazismo                                                                
Il 5 novembre del 1918, dopo l’ammutinamento tra dei marinai nel porto di Kiel; Guglielmo II è costretto ad abdicare e in Germania viene proclamata la repubblica.
A capo del governo vi è Ebert, esponente del partito social democratico, che firma l’armistizio e il conseguente trattato di pace. 

LA COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA DEL WEIMAR
Dopo le elezioni per l’assemblea costituente viene emanata la costituzione del WEIMAR, che fa della Germania una repubblica parlamentare che però si dimostra fin da subito fragile e instabile a causa della condizione economica della Germania. 
 
 
Vi furono scontri politici tra destra e sinistra, e nel 1923 per il mancato pagamento di una rata per il risarcimento di guerra. L’esercito franco-belga va ad occupare il bacino della Ruhr, una delle zone più ricche della Germania: questo fatto provoca una reazione negativa nel popolo tedesco. 
In questo periodo si ebbe una pesante inflazione che venne superata solo nel 1924 grazie all’intervento americano con il piano Dawes con l’investimento di capitali.
Ci furono delle distensioni nei rapporti internazionali ma i problemi interni con la disoccupazione e quello dei reduci de guerra, il frazionamento delle forze politiche, il risentimento dei tedeschi per le condizioni del trattato Versailles persistono.
 
 
LA FINE DELLA REPUBBLICA DI WEIMAR
Nel 1925 muore Ebert e viene sostituito da Hindenburg, un ex maresciallo esponente del conservatorismo. 
Nel 1929 ci fu la crisi più pesante per la Germania a causa del crollo della borsa di Wall Street per via della sovrapproduzione.
Questa crisi colpì anche l’Europa poiché gli stati uniti ritirano i capitali precedentemente investiti. 
In questo clima di crisi il Nazional Socialismo di Hitler trova un terreno fertile e fa la sua ascesa. Si impone a partire dagli anni 30 con “il partito nazionale sociale dei lavoratori”, fondato nel 1920, di cui Hitler era il maggiore esponente. Il partito aveva anche un’organizzazione paramilitare, le SA (squadre d’assalto) guidate da Rhom.  
Nel 1923 tentò un colpo di stato che però fallisce, allora Hitler viene rinchiuso in carcere. Nella sua prigionia scrive il “ MEIN KAMPF” (la mia battaglia) che diventerà la bibbia del nazismo, infatti contiene tutti i principi dell’ideologia di Hitler.