La Colonna Traiana

Appunto inviato da bratzzz
/5

Fu scolpita a Roma il più grande capolavoro dell’arte romana: la “Colonna Traiana"per commemorare le campagne militari, all’imperatore romano Traiano (1 pagine formato doc)

L'Imperatore Traiano fu l'ultimo grande conquistatore: combattè contro le popolazioni germaniche, sconfisse i Parti, distrusse i Daci, invase l'Armenia, la Siria e la Mesopotamia.
Con lui l'impero romano raggiunse la sua massima estensione. La conquista della Dacia fu la sua operazione militare meglio riuscita (101 - 106 a.C.). I Daci erano una popolazione che occupava le terre a nord del Danubio, dove ora c'è la Romania. Erano tribù nomadi e nel I secolo a.C. si fusero in un unico grande popolo, per fronteggiare l'avanzata dei romani. Traiano allora fu costretto ad organizzare una spedizione molto agguerrita, che nell'arco di cinque anni ebbe la meglio sui suoi nemici. Successivamente la vittoria, alcune legioni romane si stabilirono in Dacia e con il passare del tempo la colonizzarono.
A ricordo di questa guerra,per commemorare le campagne militari, dedicata dal Senato e dal popolo all'imperatore romano (realizzata con il bottino di guerra) , fu scolpita a Roma il più grande capolavoro dell'arte romana: la cosiddetta “Colonna Traiana” che fu completata nel maggio del 113 a.C. Lo scopo di quest'opera non era solo funerario e celebrativo, ma anche didascalico, in quanto come un lungo papiro il monumento si srotola a spirale raccontando tutte le campagne e le imprese militari dell'imperatore. Più tardi, dopo la prematura morte di Traiano, le sue ceneri furono deposte alla base della colonna così da trasformarlo in un vero e proprio monumento funebre alla sua memoria.