Luigi XIV: riassunto

Appunto inviato da mora83
/5

Luigi XIV: riassunto sul re Sole, re di Francia e di Navarra dal 1643 al 1715 (4 pagine formato doc)

LUIGI XIV: RIASSUNTO

Luigi XIV: Il Re Sole.

Mentre l’Inghilterra si avviava verso la monarchia parlamentare, la Francia si avviava verso una forma politica caratterizzata dall’assolutismo monarchico.
Il fautore dell’assolutismo fu Luigi XIV che regnò dal 1661 al 1715.
Egli si definì il re sole per la sua capacità di conferire luce e vita a tutto ciò che lo circondava, (lo stato sono io).
Scelse come palazzo reale Versailles che divenne un modello architettonico. All’interno vi “imprigionava” la nobiltà dandole futili compiti, come ad esempio vestirlo, lavarlo, ecc..
I compiti politici furono invece affidati alla classe borghese che era la classe che prediligeva perché non caratterizzata da ingiurie e da tranelli tipici invece della nobiltà.

Luigi XIV creò la figura dell’intendente che aveva il compito di occuparsi delle province: ordine pubblico, amministrazione della giustizia e finanze locali.

Francia di Luigi XIV: riassunto


PERCHE' LUIGI XIV E' CHIAMATO RE SOLE

La struttura politica del re sole non si risolveva soltanto negli intendenti, infatti, prevedeva:
- UN CONSIGLIO SUPREMO DI STATO: formato dal re e da tre ministri: degli esteri, della guerra, delle finanze; GRAN CONSIGLIO: con compiti giudiziari;
- CONSIGLIO DEI DISPACCI: si occupava del disbrigo di pratiche correnti.
Gli stati generali non furono più convocati, quindi l’assolutismo ebbe la sua forma in questo periodo.
La politica economica fu affidata a Jeans Baptiste Colbert, figlio di un mercante.
La Francia era un paese agricolo e Colbert vi voleva avviare uno sviluppo commerciale, marittimo ed industriale. Fondò compagnie che si dovevano occupare del commercio d’oltremare (come l’Olanda), stimolò il sorgere di nuove industrie internazionali: per far ciò mise forti dazi per le merci che venivano dall’Olanda e dall’Inghilterra per stimolare l’acquisto di manufatti che prodotti dalle industrie del paese.
L’economia si basava sul numerario cioè la quantità di monete che si trovava nelle casse dello stato (+monete, +forte; -monete, -forte), ciò è chiamato mercantilismo, colbertismo o protezionismo: si ritiene che uno stato debba difendere la propria industria a scapito di quella straniera. (questa politica economica non è nuova infatti fu già adottata dall’Inghilterra).

La Francia del Re Sole: riassunto


LA FRANCIA DI LUIGI XIV

Colbert creò un mercato nazionale interno ma per farlo dovette costruire vie di comunicazione come il canale del Mezzogiorno che metteva in comunicazione la costa Atlantica e Mediterranea.
L’assolutismo del re riguardò anche la religione infatti, voleva realizzare l’unità religiosa quindi, iniziò a perseguitare gli ugonotti ed abolì l’Editto di Nantes col quale si garantiva libertà di culto della religione cattolica e protestante.
Chiuse le scuole degli ugonotti (protestanti francesi) ed utilizzò i dragoni (corpi militari che si appostavano nelle case degli ugonotti per controllarli). Molti ugonotti così emigrarono ma ciò gravò alla Francia perché essi erano abili artigiani.

L'età di Luigi XIV: riassunto


LUIGI XIV: RIASSUNTO SCUOLA MEDIA

Eliminati gli ugonotti Luigi XIV si occupò dei giansenisti: movimento fondato da Giansenio nel 1640 quando pubblicò un’opera sulla predestinazione: secondo Giansenio gli eletti sono pochi e la concezione della grazia avviene in modo incomprensibile per l’uomo. I giansenisti erano pericolosi perché per loro era molto importante la libertà di culto. Furono perseguitati e repressi.
Luigi XIV voleva superiorità anche sul papa e per questo si riagganciò alla tradizione gallicana (indipendenza tra chiesa di Francia e chiesa di Roma). Per questo motivo nel 1682 il re approvò quattro articoli:
1-    il potere politico è indipendente dalla chiesa;
2-    superiorità del concilio sul papa;
3-    valore delle tradizioni gallicane;
4-    condizionava le prerogative del papa all’adesione dell’episcopato.