Le Signorie: cosa sono e quali sono

Appunto inviato da stefano963112
/5

Riassunto su cosa sono le Signorie, quali sono le più importanti e le loro caratteristiche (2 pagine formato doc)

LE SIGNORIE: COSA SONO E QUALI SONO

Signorie
In Italia non si formo una monarchia su base nazionale per una serie di ragioni
1.        I comuni
2.        La presenza del pontefice
3.        La mancanza di una citta capitale, colpa della presenza di troppe grandi città
4.        Falli il progetto imperiale di unificare il territorio
Per cui noi abbiamo la presenza di una molteplicità di stati che non supereranno mai le dimensioni regionali.

Alcuni di questi stati erano gia preformati.
Alcuni dalle signorie podestarili ed alcuni di queste divennero veri e proprio principati, ma erano stati e non grandi monarchie. In alcuni casi i podestà divennero dei signori, dopo la crisi economica e con l'appoggio della popolazione. In altri posti furono gli esponenti delle famiglie piu potenti a diventare signori.

Nascita delle Signorie in Italia: riassunto

LE SIGNORIE IN ITALIA: RIASSUNTO

La caratteristica principale di tutte le signorie era la centralità del signore che viveva a corte e nelle cui mani era concentrato tutto il potere, e a corte gravitava tutta una rete di funzionari che dipendevano dal signore, ma questi centri divennero anche importanti e i signori divennero veri e propri mecenati proteggendo artisti di tutti i generi. Una latra caratteristica è la presenza di compagnie di ventura, che erano companie di mercenari che avevano un condottiero e che erano arruolate da signori quando c'era un conflitto. All'inizio erano stranieri e venivano pagati anche con terreni, e quindi vediamo in Italia un processo di rifeudalizzazione. In alcuni casi i condottieri divennero anche signori, come gli sforza a Milano.

Ricerca sulle Signorie in Italia

QUALI SONO LE PRINCIPALI SIGNORIE ITALIANE

Le signorie piu importanti sono quelle di Visconti e degli sforza a Milano e poi quella dei medici a Firenze. Minori come i Gonzaga a Mantova, gli estensi a Ferrara, i malatesta a Rimini, i Savoia nel Canavese. 
 
A Milano i primi signori alla fine del tredicesimo secolo inizio quattordicesimo a contendersi il potere furono i Visconti e i della torre e a prendere alla fine il potere furono i Visconti. Il fondatore dei Visconti fu Mattia Visconti che ottenne anche il titolo di Vicario imperiale, ma ringeranno il massimo della loro potenza con Giangalezzo Visconti, che sposo anche la figlia del re di Francia e questo gli diede maggior potere  e ottenne il titolo di duca di Milano, e con giangaleazzo Milano arrivo a conquistare Lombardia, Umbria e parte dei territori toscani. La crisi invece inizio con Filippo Maria Visconti, che perse vari territori con lo scontro contro Venezia.

Comuni, Signorie e Principati: riassunto

COSA SONO LE SIGNORIE

Repubblica di Venezia, a Venezia il potere era nelle mani del doge, pero a gestire veramente il potere era il gran consiglio della repubblica in cui sedevano tutti i rappresentanti dell'oligarchia veneziana. Manca. Venezia era una grande potenza e aveva esteso anche sul amre il suo controllo fino al mar nero. Era meno forte sulla terra ferma, e rischio di essere sconfitta da Genova proprio nel suo punto debole. Nel 1978 i genovesi riuscirò ad entrare nei territori della repubblica occupando l'isola di Chioggia. Venezia cerco di espandersi in Italia e si scontro con Milano e si scontrarono con Filippo Maria Visconti, e in questo scontro si distinse il conte di carmagnola. Nella battaglia di Macrodio riuscì a sconfiggere le truppe milanesi in seguito al passaggio in quelle veneziane. Nel 1433 fu firmata la pace di Ferrara nella quale Milano cedette Bergamo e Brescia a Venezia.