Gli Stati regionali in Italia: schema

Appunto inviato da splendidamia
/5

Schema sulla situazione degli Stati regionali in Italia nel 1400: Milano, Venezia, Firenze, Roma, Regno di Napoli e Regno di Sicilia (2 pagine formato doc)

STATI REGIONALI IN ITALIA

Gli Stati regionali in Italia.

Nel corso del XIV secolo nei comuni italiani del’area padana ricomparve la tendenza alla formazione di signorie personali che avviarono la costruzione di più ami stati regionali, caratterizzati dalla polarizzazione del dominio territoriale intorno ad una città principale:
In altri casi, nell’area padana, il passaggio da signoria a principato (dinastia ereditaria) fu sostituito da tirannidi instabili, seguite dal ritorno al governo comunale repubblicano (Bologna e Parma).
Il crollo di Genova
Nel 1350 accetta la signoria dei Visconti
È dilaniata dalle lotte di fazione che provocano continui rovesciamenti del potere
L’espansione turca provoca la perdita delle colonie e delle basi commerciali nel Mediterraneo orientale.

Stati regionali in Italia: riassunto

STATI REGIONALI IN ITALIA NEL 1400

Nel 1453, con l’espugnazione di Costantinopoli da parte del sultano Maometto II, i mercanti genovesi si arrendono alla dinastia ottomana, che li eliminò dalla zona commerciale
Il moderno sistema della finanza pubblica negli stati italiani
Sin dal XIII e XIV secolo gli stati italiani si dotarono di istituzioni politiche, giuridiche ed amministrative che furono poi alla base di tutti gli stati moderni. I 5 stati principali: Milano, Venezia, Firenze, Roma, Regno di Napoli e di Sicilia.

.