L'Unità d'Italia: riassunto breve

Appunto inviato da relly88
/5

Riassunto dell'Unità d'Italia e la politica economica di Caovur (4 pagine formato doc)

L’UNITA’ D’ITALIA: RIASSUNTO BREVE

L'Unità d'Italia: L’Italia dopo il 1848.

Una nuova Restaurazione. Il decennio 1850-60 si aprì in Italia con una dura reazione, poiché sui vari stati ci fù un’andata repressiva e l’Austria riaffermò sempre la sua egemonia.Il Regno delle due Sicilie aveva il primato di arretratezza economica,politica e culturale;mentre a Roma con il ritorno di Pio IX ci un regime teocratico ed autoritario. Nel lombardo veneto ci fù un regime di occupazione austriaca sotto il controllo di Radetzky.
Il piemonte di Vittorio Emanuele II.
L’unico stato che aveva ancora un ordinamento costituzionale,era il Regno di Sardegna che dopo il trattato di Milano con l’Austria,s’impegnava a versare una pesante indennità di guerra.Però la maggioranza democratica della Camera si oppose alla firma.Ma il nuovo re Vittorio Emanuele II appellandosi al corpo elettorale,sciolse la Camera e indetto nuove consultazioni conclusesi con la vittoria dei moderati.Così in tutto il regno ci fù un periodo di riforme;come l’approvazione delle leggi Siccardi che limitavano l’influenza esercitata dal potere ecclesiastico.

Dal 1848 all'Unità d'Italia: riassunto

RIASSUNTO BREVE SULL'UNITA' D'ITALIA

L’ascesa al potere di Cavour e le riforme del regno sabaudo. Cavour al governo. Uno dei principali artefici della popolarità raggiunta dallo Stato Sabaudo fu il conte Camillo Benso di Cavour,esponente dell’aristocrazia piemontese.Fu chiamato al governo nel 1850, dal nuovo presidente del consiglio Massimo D’Azeglio,come ministro per l’agricoltura.Subito promosse un’accordo  tra l’ala progressista della maggioranza moderata(da esso rappresentata) e i democratici moderati riuniti attorno a Urbano Rattazzi .L’accordo Cavour-Rattazzi riuscì a relegare ai margini della vita politica sia la corrente clerical-conservatrice,sia gli estremisti democratici,fornendo all’esecutivo una salda maggioranza parlamentare su cui fare affidamento.
La nuova interpretazione dello Statuto. Nel 1852 dopo le dimissioni di D’Azeglio,salì al governo Cavour che rilanciò l’economia del regno.Durante il suo governo ci fù un’interpretazione più elastica dello Statuto che rafforzò i poteri dell’assemblea parlamentare, la quale ora aveva il diritto di approvare o respingere il bilancio dello Stato.

Unificazione italiana: riassunto

L'UNITA' D'ITALIA IN BREVE

Politica economica. In campo economico,Cavour,favorì il commercio tra Piemonte e gli altri stati europei.Negli anni 50 ci furono molti accordi economici fra varie nazioni europee,che portarono all’abbattimento del dazio sul grano.Ci furono poi progressi  sulla coltivazione dei bachi da seta e nell’industria tessile dove vi erano ancora metodi produttivi artigianali.Il denaro pubblico fu impiegato per la costruzione di una rete di trasporti efficiente,come l’ampliamento della rete ferroviaria che favorì lo sviluppo di industrie meccaniche e siderurgiche.Ma la politica economica di Cavour era costosa e il governo dovette aumentare le imposte ai danni delle masse popolari.