L'Illuminismo in storia: riassunto

Appunto inviato da dreamkiara
/5

il movimento culturale dell'illuminismo in Francia, Germania e Italia e descrizione dell'assolutismo illuminato. Riassunto di storia sull'Illuminismo (3 pagine formato doc)

L'ILLUMINISMO IN STORIA: RIASSUNTO

L’Illuminismo. L’Illuminismo si sviluppa principalmente in Francia come opposizione all’assolutismo di Luigi XIV, di cui gli iniziatori furono i giansenisti e i libertini.

Montesquieu nell’Esprit de lois descrive i tre sistemi politici fondamentali (repubblica, monarchia e dispotismo) coi loro rispettivi princìpi (virtù, onore e paura), affermando poi l’importanza dei corpi intermedi (come il Parlamento). Evidenziò l’importanza della divisione dei poteri, legislativo, esecutivo e giudiziario.
Voltaire promulgò le sue idee attraverso la satira e fu amico di Federico II di Prussia. Sostenitore del deismo e difensore della tolleranza, teorizzò una monarchia assoluta illuminata dall’opera dei filosofi.
L’Enciclopedia, la somma del sapere fino allora conosciuto, fu curata da Denis Diderot affiancato da Jean Baptiste d’Alembert. A questo progetto parteciparono tutti i maggiori intellettuali del tempo francesi, che si rifacevano alla filosofia di Bacone, Locke, Cartesio e alla scienza di Newton.
Rousseau collaborò all’Enciclopedia con articoli di argomento musicale e di economia politica. Rousseau si opponeva fortemente alla società e le sue istituzioni e guardava alla storia come progressiva decadenza e corruzione, andando quindi contro agli altri illuministi, anche per la sua opposizione alla proprietà privata.

Contesto storico dell'Illuminismo: riassunto

ILLUMINISMO STORIA RIASSUNTO

Rousseau nel Contratto sociale sosteneva che un nuovo ordine politico  poteva scaturire soltanto da un particolare tipo di patto che si basava sull’ alienazione dei diritti in favore della comunità, rendendo così tutti uguali. Ciò è possibile solo in un regime di democrazia diretta in cui la sovranità è inalienabile e nessuno può essere delegato ad esercitarla nel nome del popolo. Nel Contratto sociale si esponeva poi il problema del rapporto tra rappresentanti e rappresentanti e quello fra utilità sociale e interesse dei singoli. Questo fu perciò uno dei maggiori testi ispiratori del pensiero politico democratico e rivoluzionario. Altra opera di Rousseau fu l’Emilio dove promulgava un nuovo modello educativo che si basava sul principio del libero sviluppo della personalità del bambino.

Storia: riassunto dell'Illuminismo

ILLUMINISMO STORIA SCUOLA MEDIA

La monarchia attenuata dalle funzioni dei corpi intermedi di Montesquieu, il dispotismo illuminato di Voltaire, la democrazia diretta di Rousseau furono i maggiori progetti politici del ‘700 francese.
In questo periodo nacque l’economia politica per merito di Adam Smith e della scuola fisiocratica francese. Essi furono i primi a vedere nella produzione la base del sistema economico.
François Quesnay fu il maggior rappresentante della fisiocrazia, la dottrina che considerava la terra come la fonte unica e primaria della ricchezza. Nel suo Tableau économique descrisse il meccanismo economico come una struttura dinamica di tipo circolare, il cui motore principale è rappresentato dall’agricoltura, poiché essa produce quel sovrappiù di ricchezza (prodotto netto) basilare per l’allargamento del sistema. Per sfruttare al meglio la produzione agricola si propose un programma di riforme incentrato sulla libertà dei commerci e l’abolizione dei dazi doganali, sulla soppressione dei privilegi e dei monopoli e sull’introduzione di un’unica imposta sulla rendita fondiaria.

L'Illuminismo: origini e riassunto