Rivoluzione Industriale

Appunto inviato da grankkentokken
/5

Note di carattere storico sulle caratteristiche e le conseguenze della rivoluzione industriale (4 pagine formato doc)

RIVOLUZIONE INDUSTRIALE XVII: ESPRESSIONE COMPLESSA

La rivoluzione industriale fu un mutamento radicale e profondo.
I vantaggi dell'espressione ci permettono di far capire che fu un cambiamento irreversibile. I limiti ci fanno l'impressione erronea che sia stato un fenomeno improvviso che non tiene conto delle condizioni che resero possibile il fenomeno.

AUMENTO POPOLAZIONE E INNOVAZIONE AGRICOLA

L'aumento della produttività della produzione agricola hanno permesso di nutrire una popolazione in forte crescita. Si introduce il sistema di rotazione e i campi diventano più produttivi.
Il campo a maggese viene utilizzato per il foraggio. Iniziano ad essere praticatele recinzioni nei campi e nacquero gli open fields. Le terre comuni scomparirono e si chiuse così l'era dei campi aperti. L'aumento del reddito permette di mettere anche i beni sul mercato.

IL GRANDE COMMERCIO INTERNAZIONALE

Un altro fattore della rivoluzione è la città di Londra che diventa centro di scambio internazionale. Nasce così il commercio triangolare tra Inghilterra africa e America ( merci inglesi vendute per schiavi in Africa e gli schiavi venivano venduti per prodotti delle nuove colonie) Nacque anche la compagnia delle indie che si occupava di importare il pregiato cotone dall'India.

INNOVAZIONI NELL'INDUSTRIA TESSILE

Invenzione della spoletta volante di Kay : Velocizzazione della tessitura. Aumento della produzione e diminuzione dei costi. Hargreaves inventa il Jenny: Si velocizza la filatura ma il filato risulta molto fine. Arkwright inventa cosi il frame, che velocizza ulteriormente la filatura ma produce un filato molto grezzo. Il frame necessitava molta energia pertanto vennero posizionati non i case comuni come il Jenny ma in luoghi predisposti : le fabbriche.