Mussolini: biografia breve

Appunto inviato da veronicamerletti94
/5

Breve biografia di Benito Mussolini: riassunto (1 pagine formato doc)

MUSSOLINI BIOGRAFIA

Mussolini. Stimolato dal padre, esponente socialista, comincia la sua carriera politica con l'iscrizione al Partito Socialista Italiano (PSI).


L'attività politica continua incessante ed egli comincia a fare il giornalista in diversi quotidiani, tra cui “Avanti!”. Con lo scoppio della Prima Guerra Mondiale cambia pensieri, infatti diventa un interventista.
Successivamente lascia la direzione dell’Avanti!, per fondare un giornale proprio: “Il popolo d’Italia”.
A seguito di queste prese di posizione, viene espulso dal partito socialista.
con le sue nuove idee, fonda nel 23 marzo 1919 a Milano i "Fasci di Combattimento" basati su un mescolamento di idee radicali di sinistra e di acceso nazionalismo.
L'iniziativa non riscuote di primo acchito un gran successo. Man mano però che la situazione italiana si va deteriorando, Mussolini ottiene crescenti adesioni e pareri favorevoli dai settori agrari, industriali e dai ceti medi. La "marcia su Roma" apre a Mussolini le porte per formare il nuovo Governo.

Biografia di Benito Mussolini: riassunto

MUSSOLINI RIASSUNTO

Più della metà del popolo italiano era favorevole a Mussolini, tanto che nel 1924, vinse le elezioni.
In seguito Mussolini, grazie ai Patti Lateranensi, concilia lo Stato con la Chiesa.
Un'incessante propaganda comincia ad esaltare le doti del dittatore, dipinto di volta in volta come "genio" o come "duce supremo", in un'esaltazione della personalità tipica dei regimi totalitari.
Con il passare del tempo, invece, la Storia darà drammaticamente ragione alla Realtà. Gli eventi mostrano un leader incapace di ferme decisioni, di una strategia a lungo termine non legata hai fatti attuali.
Mussolini vuole ampliare i commerci fondando nuove colonie, quindi si getta alla conquista dell'Etiopia: il 3 ottobre 1935 le truppe italiane varcano il confine e il 9 maggio 1936 il Duce annuncia la fine della guerra e la nascita dell'Impero italiano d'Etiopia. La conquista da un lato lo fa arrivare al punto più alto della sua fama in Patria, ma dall'altro lo rende inviso al Regno Unito, alla Francia e alla Società delle Nazioni, costringendolo ad un progressivo, ma fatale, avvicinamento alla Germania hitleriana, con la quale firma, nel 1939, il cosiddetto "Patto d'Acciaio", un accordo che lo lega ufficialmente a quel regime.

Fascismo: significato, cronologia e protagonisti

MUSSOLINI COSA HA FATTO

Nel 1940, benché impreparato militarmente, decide di entrare in guerra assumendo il comando supremo delle truppe operanti, nell'illusione di un rapido e facile trionfo. Purtroppo per lui le sorti si rivelano negative e drammatiche. Dopo l'invasione anglo-americana in Sicilia e uno dei suoi ultimi colloqui con Hitler, viene sconfessato dal Gran Consiglio e arrestato dal re Vittorio Emanuele III. Successivamente viene liberato dai paracadutisti tedeschi e portato prima a Vienna e poi in Germania, dove proclama la ricostituzione del Partito Repubblicano Fascista.
La liberazione di Mussolini è ordinata da Hitler in persona. Dopo qualche anno si insedia a Salò, sede della nuova Repubblica Sociale Italiana (RSI). Quando gli ultimi reparti tedeschi vengono sconfitti, travestito da militare tedesco, tenta la fuga assieme alla compagna Claretta Petacci, verso la Valtellina. Viene riconosciuto a Dongo dai partigiani, successivamente arrestato e giustiziato il 28 aprile 1945.