Prima guerra mondiale

Appunto inviato da klaudia11
/5

Tutto sulla prima guerra mondiale (7 pagine formato doc)

Prima guerra mondiale Prima guerra mondiale Attentato di Sarajevo: il 28 Giugno 1914, uno studente bosniaco, Gavrilo Princip, uccise con 2colpi di pistola l'erede al trono d'Austria, Francesco Ferdinando, e sua moglie.
L'attentatore faceva parte di un'associazione irredentista con base in Serbia. Fasi della guerra: L'Austria compì la prima mossa, inviando, il 23 luglio, un ultimatum alla Serbia. La Russia assicura il proprio sostegno alla Serbia. Il governo Serbo accettò solo in parte l'ultimatum. L'Austria dichiarò la risposta insufficiente e il 28 luglio, dichiarò guerra alla Serbia. Immediata fu la reazione del governo russo che ordinò la mobilitazione delle forze armate.
La mobilitazione fu interpretata dal governo tedesco, come un atto di ostilità, così il 31 luglio la Germania inviò un ultimatum alla Russia (intimandole l'immediata sospensione dei preparativi bellici), che fu respinto. Contemporaneamente la Francia, legata alla Russia da un trattato di alleanza militare, mobilitò le proprie forze. La Germania il 3 agosto, dichiarò guerra a Russia e Francia. Perché la Germania si impegnò in una crisi che in fondo non toccava nessuno dei suoi interessi? Sia perché soffriva di un complesso di accerchiamento (ritenendosi ingiustamente soffocata nelle sue ambizioni internazionali), sia per motivazioni di ordine militare (il piano dei generali tedeschi si basava sulla rapidità e la sorpresa). Piano Schlieffen: prevedeva un massiccio attacco alla Francia di poche settimane e un attacco alla Russia, che nonostante fosse militarmente fortissima era molto lenta. Il presupposto iniziale di tale piano era quindi la rapidità, perciò era necessario che le truppe tedesche passassero attraverso il Belgio, nonostante la sua neutralità fosse garantita da un trattato internazionale. Fasi della guerra: Invasione del Belgio neutrale delle truppe tedesche. Questo provocò l'intervento della Gran Bretagna. Il 5 agosto l'Inghilterra dichiarava guerra alla Germania. Mobilitazione patriottica: tutti i governi sottovalutarono la gravità dello scontro. Le scelte dei governati furono appoggiate da una forte mobilitazione dell'opinione pubblica. Gli stessi partiti socialisti, che avevano fatto del pacifismo la loro bandiera, si schierarono su posizioni patriottiche. Solo in Russia e in Serbia, i socialisti mantennero un atteggiamento di intransigente opposizione. La Seconda Internazionale, nata come espressione della solidarietà tra i lavoratori di tutti i paesi, cessò di esistere. Eserciti: la leva obbligatoria e la accresciute possibilità dei mezzi di trasporto consentirono di mettere in campo eserciti di grandi dimensioni. Questi eserciti così imponenti erano inoltre ben armati, tutti disponevano di fucili a ripetizione, di cannoni potentissimi e mitragliatrici automatiche. Nonostante i nuovi armamenti, nessuna potenza elaborò nuove strategie, l'idea di fondo era sempre la guerra di movimento (cioè sulla manovra offensiva). Fasi della guerra. I tedeschi ottennero una