Prima guerra mondiale in sintesi

Appunto inviato da seimarzo
/5

i principali avvenimenti del primo conflitto mondiale. Le cause, conseguenze, schieramenti e la situazione italiana. Sintesi schematica e dettagliata della Prima guerra mondiale (2 pagine formato doc)

PRIMA GUERRA MONDIALE SINTESI

Cause:
•    La politica aggressiva della Germania
•    La Francia voleva riprendere il possesso dell’Alsazia e della Lorena
•    L’Inghilterra voleva mantenere la supremazia marittima e coloniale
•    Nella penisola balcanica l’annessione della Bosnia-Erzegovina all’Austria aveva suscitato l’ostilità del regno della Serbia
•    La Russia mirava da secoli ad espandersi nei balcani per avere uno sbocco sul mediterraneo
•    Il nazionalismo propaga la guerra
•    Le popolazioni slave aspiravano all’indipendenza
•    I trattati di alleanza impegnano gli stati a intervenire in caso di guerra in difesa degli alleati.

Relazione sulla Prima guerra mondiale


PRIMA GUERRA MONDIALE SINTESI DETTAGLIATA

Scintilla: assassinio dell’arciduca Francesco Ferdinando il 28 giugno 1914 a Sarajevo
Situazione in Italia: Gli accordi della Triplice Alleanza (Austria, Germania, Italia) erano che i paese si sarebbero aiutati in caso di attacco da parte del nemico.
Visto che era stata l’Austria a dichiarare guerra alla Serbia e che era stata la Germania a dichiarare guerra al Belgio, l’Italia non si sentì obbligata a intervenire.
L’Italia era divisa in interventisti e neutralisti.
Gli interventisti volevano entrare in guerra perché pensavano che la guerra sarebbe stato l’inizio di una rivoluzione sociale e volevano l’unità nazionale.
I neutralisti non volevano la guerra perché avrebbe portato solo miseria, i lavoratori ne avrebbero subito le conseguenze, i liberali credevano che l’Italia fosse troppo debole per affrontare la guerra, anche loro volevano l’unità nazionale ma credevano di poterla ottenere con la pace.

Riassunto della Prima guerra mondiiale


PRIMA GUERRA MONDIALE SINTESI BREVE

Gli interventisti iniziarono a fare manifestazioni di piazza per convincere la gente alla guerra.

Anche il re Vittorio Emanuele III voleva entrare in guerra.
Così, nonostante la maggioranza degli italiani non voleva entrare in guerra l’Italia fece un patto segreto con l’Inghilterra.
In caso di vittoria l’Italia avrebbe avuto il Trentino, l’Alto Adige, Trieste, Istria, e la Dalmazia.
Così il 24 maggio 1915 l’Italia entrò in guerra affianco dell’ Intesa.
Tra gli interventisti c’era Benito Mussolini.
L’Austria era da tempoo preparata a una guerra con l’Italia.
L’esercito italiano sferro quattro attacchi consecutivi nel settore orientale; dette battagli dell’Isonzo. Purtroppo non inflissero al nemico nessuna sconfitta e non sfondarono le linee austriache. Così ben presto si trasformò in una guerra di logoramento.La triplice intesa e i suoi alleati erano avvantaggiati perché circondavano gli stati del centro e avevano molti sbocchi sul mare e potevano ricevere armi. Gli stati del centro facevano fatica a ricevere le armi dal mare perché avevano pochi sbocchi e i pochi che avevano erano stati bloccati dall’Inghilterra. La Germania usa nuove armi come il sommergibile e l’Inghilterra usa il carro armato.

Prima guerra mondiale: riassunto


PRIMA GUERRA MONDIALE SCHEMA

Conseguenze della Grande Guerra:
•    Perdita di moltissimi uomini (circa 9 milioni di morti)
•    Distruzione di intere città
•    Disoccupazione
•    Inflazione (crescita dei prezzi dei beni di necessità)
•    Problemi sociali (i reduci di guerra fanno fatica a reintegrarsi nella società)
•    Tensione e rancore tra etnie diverse (all’interno delle singole nazioni e tra nazioni diverse).

Prima guerra mondiale: riassunto dettagliato