Congresso di Vienna: riassunto

Appunto inviato da cornelius
/5

eventi più importanti che hanno caratterizzato il congresso di Vienna (4 pagine formato doc)

Congresso di Vienna: riassunto. Il congresso di Vienna: presupposti ideologici, politici, sociali e diplomatici del congresso di Vienna.

La vittoria sulla Francia napoleonica della coalizione guidata da Gran Bretagna, Russia e Austria ha chiesto la mobilitazione di immense risorse economiche e umane. Ma i grandissimi mutamenti non possono essere cancellati, così le potenze vincitrici dovranno fare i conti con quel mondo tanto combattuto, tanto diverso da quello dell'Antico Regime delle monarchie, della Chiesa.

Leggi anche I principi del Congresso di Vienna e la Restaurazione

Con il rinnovamento giuridico e burocratico impresso da Napoleone la Francia ha trasmesso all'Europa il Codice Civile e un centralismo amministrativo vigilato da una efficiente burocrazia e da un organizzato apparato poliziesco al servizio del governo. Nella quasi totalità dei territori conquistati dai francesi le istituzioni in campo amministrativo sono state adottate o adattate.
Il feudalesimo è stato eliminato. I codici francesi sono divenuti la base della giurisprudenza.

Leggi anche Breve riassunto del Congresso di Vienna e la Restaurazione

Come ricostruire l'Europa del dopo Napoleone? - Occorre tenere in considerazione gli appetiti espansionistici delle p0otenze vincitrici occorre tenere presenti le aspirazioni degli antichi sovrani occorre che ci sia un equilibrio tra le potenze occorre creare un sistema politico- territoriale che sia in grado di difendersi adeguatamente. La carta geopolitica dell'Europa dopo il congresso di Vienna A Vienna arrivano, per il Congresso della pace, 216 delegazioni in rappresentanza. Tutto però viene regolato dai plenipotenziari delle grandi potenze vincitrici.

Leggi anche Riassunto su Napoleone

I lavori iniziano nel novembre 1814 e si chiudono il 9 giugno 1815, con la firma dell'atto finale del Congresso. - il Portogallo è sotto il dominio della dinastia dei Brianza. Di fatto però è governato da una giunta controllata da Londra - il Regno di Spagna torna sotto Ferdinando VII di Borbone - la Francia torna a essere un regno sotto la dinastia dei Borbone attraverso la persona di Luigi XVIII. Essa è condannata a pagare una indennità di guerra. Il paese è ridotto alle frontiere del 1791.