Guerra fredda: definizione e riassunto

Appunto inviato da 87giorgia87
/5

Guerra fredda: definizione e cause della formazione dei due blocchi, USA e URSS (2 pagine formato doc)

GUERRA FREDDA: DEFINIZIONE E RIASSUNTO

La guerra fredda fu uno stato di continua tensione fra USA e URSS che non giunse mai a sfociare in uno scontro frontale.

Fu una guerra diplomatica psicologica e propagandistica ricca di minacce, insulti, accuse e provocazioni. La guerra fredda si protrasse fino agli anni ottanta alternando fasi di tensione e periodi tranquilli.
Verso la metà degli anni ’50 la tensione fra le due potenze fu particolarmente acuta infatti entrambe le nazioni mantennero mobilitati potenti eserciti e furono rinnovati gli armamenti per assicurarsi la supremazia militare.
DOPO GUERRA: Inghilterra e Francia : erano state indebolite molto dalla guerra
Germania e Italia: la sconfitta le aveva rese deboli e inoffensive
Spagna e Portogallo: erano ancora sotto la dittatura di Franco e Salazar.

La Guerra Fredda in sintesi

GUERRA FREDDA RIASSUNTO

Il Mondo era in mano alle uniche due nazioni che erano uscite rinforzate dal conflitto:
Poco tempo dopo anche la Russia costruisce armamenti nucleari
I rapporti tra USA e URSS s’incrinarono con l’elezione di Truman come presidente degli Stati Uniti, egli affermò la “dottrina Truman” che prevedeva un aiuto incondizionato ai regimi democratici minacciati dai movimenti interni o da manovre militari esterne miranti ad imporre un ordinamento di tipo comunista. Era la cosiddetta politica del contenimento dell’espansione sovietica in Europa.

Per aiutare l’europa nel 1947 venne istituito il piano Marshall e attraverso questo vennero forniti all’europa occidentale ca 14 miliardi di dollari; la proposta inizialmente era anche indirizzata ai paesi dell’est e all’URSS che rifiutò vedendo in tale iniziativa una manifestazione dell’imperalismo americano. Contemporaneamente i partiti comunisti di URSS, Bulgaria, Cecoslovacchia, Jugoslavia, Polonia, Romania, Ungheria e Italia si associarono nel Cominform che doveva coordinare la politica dei partiti comunisti.

Riassunto della Guerra fredda

GUERRA FREDDA: DEFINIZIONE

Nel 49 grazie all’URSS si formò il Comecon che doveva rendere omogenee l’economie dei paesi membri; nello stesso anno Zedong formò la Repubblica Popolare Cinese alleandosi con l’Unione Sovietica. Sempre nel 49 Usa, francia, belgio,olanda, Lussemburgo, canada, Norvegia, Danimarca, Islanda, Portogallo, e Italia firmarono il Patto Atlantico a cui seguì un’organizzazione militare, la NATO,  a difesa del mondo libero. In risposta a ciò i paesi comunisti si allearono (prendendo come pretesto l’entrata della Germania nella NATO) nel Patto di Varsavia.
Il mondo era ormai diviso in due blocchi:
•    Quello occidentale, basato su un’economia capitalista e su una politica liberale, guidato dagli USA
•    Quello orientale, basato su una politica totalitaria e su un controllo totale dello stato in economia, guidato dall’URSS.

Riassunto della Guerra fredda: cause e Piano Marshall

CAUSE GUERRA FREDDA

Lo scontro tra i due blocchi non sfociò mai in una guerra armata ma nella guerra fredda caratterizzata dall’equilibrio del terrore: la pace e l’ equilibrio erano garantiti dal terrore di una guerra che avrebbe causato il disfacimento del mondo intero.
Oltre ai due blocchi c’erano i “non allineati”, formato da tutti quei paesi che preferirono non aderire a nessuna delle due politiche ( svezia, svizzera, austria). Alcuni paesi africani e asiatici che vennero aiutati economicamente e militarmente da USA o URSS per garantirsene l’ingresso nella propria sfera d’influenza. Nel 1946 il presidente indiano Nehru, per mantenere viva l’individualità e i valori sociali e politici della propria nazione perseguì una politica di distanza dai due blocchi.