La vita di Albrecht von Wallenstein: riassunto

Appunto inviato da mavignam
/5

Wallenstein: riassunto della vita del militare e politico ceco, tra i più celebri del suo tempo. Prestò i suoi servigi all'Imperatore Ferdinando II durante la Guerra dei Trent'anni (2 pagine formato doc)

WALLENSTEIN, RIASSUNTO

Albrecht von Wallenstein.

Famoso generale tedesco di origine boema, partecipò alla guerra dei trent'anni riportando notevoli vittorie, sia nel periodo boemo sia cin quello danese, accumulando enormi ricchezze e ottendendo, dall'imperatore Ferdinando II, il titolo di duca di Friedland e Meclemburgo; venuto in sospetto per la sua potenza e la sua politica di indipendenza nel 1630 fu licenziato; richiamato un anno dopo in seguito ai successi di Gustavo Adolfo, dopo qualche vittoria fu sconfitto a Lützen (1632) e quindi messo in disparte e guardato con maggior sospetto. Tentò di rendere indipendente la politica tedesca dalla spagna e da Roma, di ottenere in Germania la parità di diritto per i protestanti, ed altro.
Nel 1634 venne assassinato a Eger.  [Da Enciclopedia Garzanti] 

Guerra dei trent'anni: mappa concettuale

GUERRA DEI TRENT'ANNI: FASI

Durante le fasi della Guerra dei Trent'anni  - Fase Boema: Equipaggiò a proprie spese un reggimento di corazzieri e riuscì a riprendere possesso delle terre boeme dopo la Battaglia della Montagna Bianca, concludendo così la Fase Boema della guerra in favore dei Cattolici. seguirono altri successi che gli consentirono di essere nominato Conte Palatino, Principe e Duca di Friedland. Ma la sua popolarità e i suoi privilegi scossero l'alta nobiltà dell'Impero che inizio a vederlo come un pericoloso borghese arricchito. 

GUERRA DEI TRENT'ANNI: FASE DANESE

- Fase Danese: In questa fase fu nominato comandante d'armata sottostando agli ordini del generale conte di Tilly. Dopo altre vittorie l'Imperatore gli concesse altri Ducati. Fu nominato, in seguito, ammiraglio del Mare del Nord e del Mar Baltico: il suo compito era quello di contrastare gli ultimi nuclei della resistenza danese sulle coste del Mar Baltico. stroncò quindi Cristiano IV di Danimarca nella Battaglia di Wolgast, il 2 settembre del 1628, ponendo fine alla fase danese. Nel corso della guerra si era creato molti nemici e in seguito anche l'Imperatore temeva il peso di Wallenstein: fu licenziato, quindi, nel settembre del 1630 ed egli si ritirò a Jitschin, capitale del suo Ducato di Friedland. 

GUERRA DEI TRENT'ANNI: FASE SVEDESE

- Fase svedese: L'ingresso della svezia nel conflitto costrinse l'Imperatore Ferdinando II a richiamare Wallenstein sul campo di battaglia, che nella primavera del 1632 ricostituì un'armata in una settimana guidandola verso Gustavo Adolfo. Nel novembre dello stesso anno, nella battaglia di Lützen Wallenstein e le forze cattoliche furono sconfitte e  costrette a ritirarsi; la svezia restò così padrona del campo, anche se il re Gustavo Adolfo rimase ucciso in battaglia.  Wallenstein non era ben visto dall'Imperatore, il quale infatti siglò, il 24 gennaio del 1634 un patto segreto (firmato anche da alcuni ufficiali al servizio di Wallenstein) per rimuovere il duca dal suo comando. Perso il supporto della truppa, Wallenstein, che si sentiva in pericolo, si recò a Cheb con una compagnia di cento uomini nella speranza di incontrare gli svedesi; ma giunto a destinazione fu assassinato in seguito ad un complotto di alcuni suoi ufficiali.