Breve riassunto della Seconda guerra mondiale

Appunto inviato da lollino01
/5

riassunto breve della Seconda guerra mondiale (1 pagine formato doc)

Breve riassunto della Seconda guerra mondiale - LA SECONDA GUERRA MONDIALE - La politica espansionistica di Hitler basata sul desiderio di unire tutti i popoli tedeschi, porta ad una serie di azioni che preoccupano gli altri paesi Europei.

Hitler annette l’Austria e poi invade la regione dei monti Sudeti in Cecoslovacchia, zona abitata da una comunità di tedeschi. Poste di fronte al fatto compiuto Francia e Gran Bretagna si vedono costrette di sopportare la situazione al fine di evitare una crisi che potrebbe portare ad una pericolosa escalation bellica. Il primo settembre a seguito di un accordo di spartizione con l’Unione Sovietica, la Germania invade la polonia provocando l’inizio della seconda guerra mondiale.


Leggi anche Sintesi della Seconda guerra mondiale

Il 3 settembre Francia e Gran Bretagna dichiararono guerra alla Germania. Inizia così una serie di azioni molto rapide, vere e proprie guerre lampo. La francica si ritrova divisa in due zone, a nord il paese è invaso dai tedeschi e a sud un governo collaborazionista con capitale a Vichy. Mussolini era convinto che dopo tutti i success tedeschi e ora che la Germania controlla gran parte dell’Europa la guerra sia ormai al termine e la vittoria del patto d’acciaio sia ormai vicina. Il 10 giugno 1940 l’Italia dichiara quindi guerra alla Francia e alla Gran Bretagna.

Leggi anche Schema sulla Seconda guerra mondiale

La Germania propone la pace a quest’ultima in modo da potersi liberare sul fronte occidentale e invadere l’unione sovietica, ma la Gran Bretagna non accetta la proposta. Hitler decide allora di attaccare la Gran Bretagna che però riesce a tenere in salvo l’aviazione. Successivamente i nazifascisti invadono i Balcani e l’Italia riesce solo con l’aiuto tedesco a piegare la Grecia. Nel giugno 1941 la Germania, aiutata dall’Italia, apre il fronte orientale e inizia l’invasione dell’unione sovietica (operazione Barbarossa). Dopo i successivi iniziali però, con l’arrivo dell’inverno inizia la controffensiva dell’Armata Rossa. I nazifascisti vengono fermati nella battaglia di Stalingrado e costretti alla ritirata. Nel 1941 entra il terzo alleato dell’Asse tripartito, il Giappone, che mira al controllo dell’oceano Pacifico.

Leggi anche Cause della Seconda guerra mondiale

Il 7 dicembre 1941 la flotta navale americane nell’Oceano pacifico viene attaccata a Pearl Harbor. La conseguenza è l’entrata in guerra degli stati uniti. In Italia intanto, il 10 luglio 1943 gli alleati sbarcano in Sicilia e l’8 settembre il generale Badoglio firma l’armistizio. Il 25 luglio Mussolini viene destituito, arrestato  e tenuto prigioniero sul Gran Sasso. Liberato dai nazisti dà vita alla Repubblica Sociale Italiana con capitale a salò, sul lago di grada. Il paese si ritrova quindi spaccato in due, con il sud liberato alleati e il centro-nord occupato dai tedeschi , teatro dello scontro tra i nazifascisti e i partigiani antifascisti guidati dal CLN.