Rivoluzione industriale, 1700: riassunto

Appunto inviato da simonaog
/5

Riassunto della rivoluzione industriale, un processo di evoluzione della società del 1700 (2 pagine formato doc)

RIVOLUZIONE INDUSTRIALE 1700

La rivoluzione Industriale.

Nel 700 l'Inghilterra conobbe grandi trasformazioni demografiche ed economiche che permisero l'affermarsi della rivoluzione industriale, dando vita alla crescita degli investimenti e della produzione, così vi furono diversi cambiamenti, anche a livello paesaggistico, in quanto il suolo inglese coltivabile, venne col tempo recintato e così nacque la proprietà privata che fu uno svantaggio per quei contadini che facevano pascolare il proprio pascolo, e andavano a raccogliere legna nelle terre altrui; successivamente il Parlamento inglese emanò delle ordinanze di recinzione delle terre e fece redistribuire le terre comuni, e in questo modo per molti piccoli proprietari terrieri divenne impossibile sopravvivere con il solo ricavato dei propri campi e così furono costretti a vendere (le loro terre).

Rivoluzione industriale in Inghilterra: riassunto e cause

RIVOLUZIONE INDUSTRIALE: RIASSUNTO

Nelle campagne inglesi si affermò il sistema dell'azienda capitalistica, la quale era caratterizzata dalla manodopera salariata e la produzione era gestita da grandi proprietari terrieri, dotati di capitali che gli consentivano di riuscire a organizzare la coltivazione su vasta scala in modo da ottenere maggiore profitto, così si arrivò alla rivoluzione agraria, la quale si basava sul rapporto coltivazione-allevamento che consentiva l'incremento delle superfici coltivate, un'ottimizzazione delle risorse, e inoltre si riuscì ad ottenere un nuovo ciclo produttivo, il quale era finalizzato al profitto e non concedeva pause. Notevole fu lo sviluppo del commercio internazionale, e con il commercio triangolare le navi inglesi scaricavano in ogni continente e ciò che mancava a loro lo rifornivano e poi ricaricavano le navi con merci da trasportare altrove; inoltre fino al 700 i trasporti avvenivano via mare, così nella seconda metà del 700 lo Stato decise di affidare ad appaltatori privati la gestione delle strade e la gente che doveva passare in queste strade doveva pagare a questi ultimi il pedaggio e grazie a questo sistema il costo dei trasporti diminuì e così si riuscì non solo a risparmiare denaro ma anche tempo.

Rivoluzione industriale tra il 1600 e il 1700: riassunto

RIVOLUZIONE INDUSTRIALE: CAUSE

L'Inghilterra era caratterizzata da un pluralismo religioso, e la religione puritana aveva un ruolo significativo in quanto praticava una religione basata sull'apprezzamento del lavoroe riconosceva nel felice coronamento della ricerca del profitto, inoltre chi praticava questa religione pensava che chi aveva successo nella vita, era ben visto da Dio e aveva buoni propositi di finire in Paradiso; e così come la religione puritana anche il Parlamento favoriva lo sviluppo di iniziativa.

Fu solo grazie alle invenzioni se ci furono tanti cambiamenti sopratutto dal punto di vista del lavoro e del guadagno: dove l'impiego di macchine e lavoratori salariati portò un aumento delle materie prime, inoltre vi fu una riduzione dei costi ma un notevole aumento della produzione. Il 1769 fu un anno molto importante, in quanto vennero inventati due mezzi molto importanti: La macchina a vapore inventata da James Watt e il Filatoio idraulico; il filatoio idraulico permise l'aumento del cotone e la nascita dell'industria del cotone, il quale veniva usato da tutte le classi sociali e permise la creazione della biancheria intima. Successivamente decrebbe il flusso d'esportazione in Europa dei tessuti prodotti dalla manifattura indiana in quanto l'India subì una forte crisi economica che portò una diminuzione del suo tessuto produttivo e la sua coesione sociale.